BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Zogno, la Lega risponde sulla ciclabile della Val Brembana: “In 25 anni amministrazioni precorritrici”

Questa la risposta della Lega in merito alla richiesta di un confronto, riguardante il trattato mancante della ciclabile, portata avanti da A.Ri.Bi., Legambiente Bergamo ed al Comitato di tutela Ferrovia ambiente e salute della Val Brembana

“In questi quasi 25 anni di amministrazione Lega a Zogno, in collaborazione con gli altri enti superiori, le amministrazioni Lega che si sono succedute sono sempre state delle precorritrici nel campo della mobilità dolce (ciclabile) in Valle Brembana.

Confrontandosi con il territorio e con la popolazione, hanno portato avanti opere di miglioramento e di messa in sicurezza (esempio il ponte di Ambria), di riqualificazione (esempio la Stazione Ambria), di miglioramento della fruizione della pista (esempio l’illuminazione e segnaletica nel tratto Zogno-Ambria) senza tralasciare uno sguardo sulle soluzioni del futuro collegamento di completamento a valle (primo tracciato alternativo nel PGT del 2013 e finanziamento e realizzazione dello studio preliminare 2016 per il collegamento – con voto contrario delle minoranze). Un lavoro che continua anche con il futuro completamento dell’illuminazione che riguarderà il tratto Ambria-San Pellegrino”.

L’amministrazione di Zogno risponde alla richiesta di confronto ed all’incontro di venerdì 21 giugno (20.30 alla Green House di Zogno), promosso da Nuova Mobilità Sostenibile Zognese relativo al tratto mancante della ciclabile, mostrando prima di tutto le opere portate a termine e quelle progettate riguardanti il proprio tratto di competenza della pista ciclabile della Valle Brembana.

Opere iniziate alla fine degli anni Novanta, con la nascita del primo tratto che portava da Zogno in Ambria, fino al 2008, con il proseguimento fino a San Pellegrino e all’anno successivo con l’illuminazione del tratto Ambria-Zogno. Nel 2013 è stato inserito nel PGT un nuovo tracciato alternativo, poi nel 2015 è stata portata a termine la realizzazione del ponte al bivio di Ambria. Il completamento della ciclabile è proseguito nel 2016 con il progetto preliminare per il completamento con uno studio geologico e ambientale, mentre è di quest’anno la notizia dell’accordo con Regione e Provincia (con altri enti) per il finanziamento del tratto mancante (raccordo tra la pista ciclabile e la strada exSS470, in zona Grotta delle Meraviglie ).

Non mancano anche le frecciate ad A.Ri.Bi., Legambiente Bergamo ed al Comitato di tutela Ferrovia ambiente e salute della Val Brembana, organizzatori dell’incontro di venerdì 21 giugno, nel quale si discuterà del completamento della pista ciclabile: “ad oggi, finita la campagna elettorale, forse è venuto il momento di fare e smetterla di parlare. I nostri amministratori conoscono bene il territorio, non sono chiusi ai contributi per il miglioramento di quanto progettato, sicuramente venire a parlare di Zogno da Azzano, Bergamo o da qualche altra parte della bergamasca può dare una visone diversa di quanto fatto fin’ora, ma provenendo da altre realtà forse qualche errore lo si può fare. Sicuramente non è mai esistita una strada sul fiume pre e post 1987, ma per questo forse bisognava confrontarsi con le amministrazione in carica e non con chi ha appena perso le elezioni”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.