BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Marchesi in Giunta: “Attiviamo il numero verde per il verde”

Tante le deleghe del nuovo assessore, dall’edilizia residenziale pubblica, affari generali, educazione e pace, alla legalità, trasparenza e pari opportunità, tutte tra loro legate dalla volontà di fare molto di più, interconnessi a tutti gli assessorati.

New entry? Non proprio. Marzia Marchesi è un nome nuovo all’interno della Giunta bis di Giorgio Gori, certo, ma sicuramente non è una novità all’interno della macchina politica del sindaco di Bergamo. Dopo aver ricoperto il ruolo di Presidente del Consiglio comunale, ora è il nuovo assessore al verde pubblico (ruolo che prima era di Leyla Ciagà), ma non solo.

“Io ho il verde pubblico e Stefano Zenoni ambiente e mobilità, per sottolineare il nuovo legame tra questi due ambiti che vuole essere una delle impronte fondamentali del rinnovato mandato. Verde, quindi, da leggere come infrastrutture a servizio della città per abbattere l’inquinamento”.

La neo assessore ha le idee chiare su come fare per realizzare un futuro green all’altezza dei sogni più grandi per la città: “L’assessorato al verde cerca, allo stesso modo, di conservare e di portare novità, è un ruolo delicato che sono molto contenta di ricoprire. Vorrei dare una spinta all’importante capitolo (in pare già avviato) di Bergamo come città degli orti e realizzare un numero verde per il verde, per una pronta segnalazione di quello che succede in città in cui i cittadini sono sentinelle sul territorio e sempre più collaborativi. E questo si lega ad un’altra mia delega, quella all’educazione alla cittadinanza: è tutto collegato, se, infatti, i cittadini iniziano ad avere un atteggiamento positivo e propositivo nei confronti della città e di ciò che li riguarda dal verde al mozzicone per terra, riusciamo, tutti insieme, a realizzare la Bergamo pulita, curata, sostenibile e green che tutti vogliamo”.

Tante le deleghe del nuovo assessore, dall’edilizia residenziale pubblica, affari generali, educazione e pace, alla legalità, trasparenza e pari opportunità, tutte tra loro legate dalla volontà di fare molto di più, interconnessi a tutti gli assessorati.

“Saranno cinque anni belli, e le relazioni instaurate aiuteranno a lavorare molto bene, conoscendo i limiti e le capacità di ciascuno. Giorgio (Gori) tiene le fila, ed è sempre sul pezzo: è una persona forte che riesce ad imprimere propulsione a tutta la squadra, mette in moto tutti quanti. Che gli assessorati fossero interconnessi è sempre stato un desiderio, ma forse non ci siamo veramente mai riusciti: ora, però, è una necessità che riusciremo a soddisfare grazie alla maturità acquisita in questa grande famiglia”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.