BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giunta Gori, giornata full immersion in convento per costruire la mappa del quinquennio

Tra le priorità affrontate i servizi sociali, l' organizzazione del welfare di quartiere, i sistemi per la casa e il vivere sicuro per gli anziani

Più informazioni su

Una vera e propria full immersion per i dieci della Giunta bis di Giorgio Gori che, mercoledì 12 giugno, a neanche una settimana dall’insediamento ufficiale a Palazzo Frizzoni, si sono riuniti in un luogo insolito: il convento delle suore di clausura di Matris Domini (che il pellegrinaggio a Caravaggio abbia mostrato la via al rieletto Sindaco?).

Un luogo raccolto dove trovare la tranquillità e il silenzio necessari per mettere nero su bianco il programma esecutivo dei prossimi cinque anni, riprendendo punto per punto il programma elettorale e definendo priorità e tempistiche.

“Otto ore filate di lavoro serrato, dalle 12 alle 20: la prima giornata di “ritiro” dedicata dalla Giunta alla stesura del Piano di mandato è andata molto bene – scrive Gori in un post pubblicato sul suo profilo Facebook – Per stare tranquilli abbiamo chiesto ospitalità alle suore del convento Matris Domini e lì, chiusi in una stanza, abbiamo iniziato a tradurre in obiettivi puntuali – ciascuno accompagnato da un indicatore di priorità, dal nome dell’assessore responsabile e da un tempo di avvio e di conclusione – tutti gli impegni che abbiamo assunto con i cittadini di #Bergamo attraverso il programma elettorale: punto per punto, evidenziando gli interventi che richiedono la collaborazione di più settori”.

Tra le priorità affrontate, contrassegnate dal numero uno, cioè molto alte: i servizi sociali, l’ organizzazione del welfare di quartiere, i sistemi per la casa e il vivere sicuro per gli anziani. Tanti i temi da affrontare e una giornata non è bastata, il prossimo appuntamento tra assessori e sindaco per tradurre i punti in azione sarà il 25 giugno.

“Oggi dicevo abbiamo lavorato bene, in armonia e di buona lena – continua il post su Facebook – Ad ogni obiettivo, oltre alla dimensione economica, andremo poi ad associare precisi indicatori che consentano di misurare i risultati raggiunti. Da questo lavoro nascerà alla fine il Piano di mandato, la “road map” dei prossimi 5 anni, fondamentale per allineare gli impegni della componente politica (noi amministratori) e quelli della squadra tecnica del Comune”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.