La Macelleria Comotti di Albino arriva a Bergamo: sarà ospite all’estivo del Parco Goisis - BergamoNews
16 giugno

La Macelleria Comotti di Albino arriva a Bergamo: sarà ospite all’estivo del Parco Goisis

Come ogni domenica d’estate, puntuale come un orologio svizzero, torna il ​Sunch - il Sunday lunch migliore in città.

Come ogni domenica d’estate, puntuale come un orologio svizzero, torna il ​Sunch – il Sunday lunch migliore in città!

Il 16 giugno a partire dalle 12 al Parco Goisis potrete godervi un pranzetto preparato da ​Macelleria Comotti, la macelleria con ristoro che ad Albino è una vera e propria istituzione.

Macelleria Comotti di Albino
 
Macelleria Comotti di Albino
<br clear=all>
Macelleria Comotti di Albino

Pietro apre ​La Macelleria Comotti​ negli anni ‘80 nel cuore del paese, la passione e la qualità delle carni che propone segna subito il suo successo; qualche anno più tardi decide di dar vita all’azienda agricola Val di Coler, dove la famiglia alleva gli animali destinati alla realizziamo dei prodotti che vende nel suo locale.
Grazie alla spinta dei figli, Giuseppe e Nicola, ora la macelleria Comotti è diventata anche un luogo di ristoro, infatti oltre all’acquisto di carne di prima qualità, formaggi nostrani, salumi e insaccati ci si può fermare anche a gustare taglieri della tradizione bergamasca, hamburger e altri gustosissimi piatti.
Dulcis in fundo, ​Macelleria Comotti​ propone anche una vasta selezione di gin, più di 40 tipologie, che vengono sapientemente abbinate a ciascuno dei piatti presenti nel menù.

Qui di seguito trovate il menù e ricordatevi di prenotare, scrivendo una mail a estivo.goisis2018@gmail.com​.

Macelleria Comotti
 
Macelleria Comotti
<br clear=all>
Macelleria Comotti
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it