BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seriate fa il check up ai ponti: il Politecnico valuterà la sicurezza statica e sismica

Affidato all'Università di Milano un programma di studi e ricerca da 44mila euro

Più informazioni su

È stata affidata al Politecnico di Milano la valutazione della sicurezza statica e sismica del ponte di via Italia, del ponte di Corso Roma e del cavalcavia di via Stella Alpina a Seriate. Lo studio è iniziato una settimana fa, partendo dal cavalcavia di via Stella Alpina, prioritario per l’intenso transito di traffico di veicoli e anche di carichi eccezionali. Si procederà poi con le indagini sui restanti ponti.

“Ci sta a cuore la sicurezza di tutti i cittadini e degli utenti della strada – spiega il sindaco Cristian Vezzoli -. Dopo la piena del 2018, riteniamo opportuno avere un occhio di maggiore riguardo verso i ponti storici di Seriate. Abbiamo pertanto disposto delle indagini statiche avvalendoci della collaborazione di esperti del Politecnico di Milano che, dopo aver preso in esame i documenti forniti dai nostri uffici, condurranno le ricerche e gli studi opportuni per la valutazione della sicurezza statica e sismica”.

Tramite contratto della durata di un anno e dell’importo di 43.920 euro, il Comune ha affidato al Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle costruzioni e Ambiente Costruito l’esecuzione di un programma di studi e di ricerca per la valutazione della sicurezza statica e sismica dei ponti presenti sul territorio di competenza comunale. In particolare, gli studi e la ricerca sono finalizzati alla verifica dello stato di conservazione e alla valutazione dei requisiti di sicurezza del ponte in muratura del 1865 sul fiume Serio, in corrispondenza di via Italia; del ponte in cemento armato, in corrispondenza di via Roma, e del cavalcavia in cemento armato precompresso di via Stella Alpina (ex strada provinciale 67), in corrispondenza dell’intersezione con via Nazionale.

Le attività previste per ciascuno dei manufatti presi in esame sono articolate in tre fasi: una prima fase di analisi storico-critica e di indagini sperimentali e prove, necessarie per un’adeguata conoscenze dello stato dei luoghi; una seconda fase di esecuzione di indagini, prove e rilievi; un’ultima di analisi dei requisiti di sicurezza statica e sismica, nel rispetto delle disposizioni delle norme attualmente vigenti, con indicazioni sulle eventuali determinazioni da assumere a garanzia della pubblica incolumità.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.