BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

È Ribolla il capogruppo della Lega: si discute sul referente unico dell’opposizione

È tempo di rimboccarsi le maniche, di analizzare gli errori e da lì ricominciare. Uno dei primi momenti di confronto è stato lunedì 10 giugno al Direttivo cittadino del Carroccio

Dopo la sconfitta, la Lega torna al lavoro. È tempo di rimboccarsi le maniche, di analizzare gli errori e da lì ricominciare. Uno dei primi momenti di confronto è stato lunedì 10 giugno al Direttivo cittadino del Carroccio nella sede di Bergamo in via Cadore.

“È stato un momento molto importante, in cui abbiamo fatto una seria analisi di voto e in cui tutti hanno espresso i propri giudizi ed errori. Alla fine si è preso atto del risultato e abbiamo stilato una bozza di strategia di opposizione che mira a costruire un’alternativa a quando si andrà a votare alle prossime comunali: ci prepariamo subito, senza aspettare le elezioni, e stiamo già lavorando per individuare una persona sui cui puntare”, ha dichiarato l’ex candidato sindaco del centrodestra Giacomo Stucchi che da venerdì 14 giugno (data del primo Consiglio comunale) prenderà posto in aula consigliare tra i seggi della Lega che, da due dello scorso mandato, passano a sette.

Ma non sarà lui a fare da capogruppo del partito, la scelta, infatti, è ricaduta su Alberto Ribolla (il candidato della Lega con il più alto numero di preferenze, 519) e che già ha rivestito questo ruolo nell’amministrazione precedente: “La sezione e i consiglieri mi hanno chiesto di continuare l’esperienza di capogruppo. In squadra abbiamo competenze elevate, da cui ripartire per un’opposizione attenta, propositiva, non pregiudiziale, ma che non farà scappare alcunché. Passare da due a sette consiglieri significherà lavorare con più dettaglio, scrupolo e competenze. Di certo non stiamo con le mani in mano, io, personalmente, ho già depositato tre interrogazioni ed è in arrivo una quarta. Saranno cinque anni intensi in cui ci aiuterà la grande esperienza di Luisa Pecce e Enrico Facoetti, ma anche la novità dei nomi di Alessandro Carrara, Stefano Rovetta e Filippo Bianchi e il grande supporto della sezione della Lega per questioni tecniche e di territorio”, ha affermato.

Risolta questa questione, ora bisogna affrontare quella riguardante il referente unico di opposizione, una figura che era già stata ricoperta da Franco TentorioRoberto Bruni nei mandati passati e che deve fare la sintesi tra le posizioni delle varie liste che lo hanno sostenuto che sono oggi in minoranza, cercando di rappresentare, con la sua autorevolezza, la posizione comune.

Istituire questa figura per i prossimi cinque anni, oppure no? E, a chi affidarla?

“Nel corso del direttivo non è stato deciso. Ora dovrò interloquire con Danilo Minuti, Andrea Tremaglia e Gianfranco Ceci per trovare l’opportunità di creare la figura del referente e a chi farla fare. Dobbiamo valutare insieme e poi si deciderà”, ha spiegato Stucchi.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.