BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La denuncia del neo sindaco di Foppolo: “Indirizzate al Comune fatture telefoniche di ex consiglieri”

Al primo Consiglio l'annuncio: "Situazione drammatica: il Comune è in stato di pre-dissesto, con 5 milioni di disavanzo accertato e 3 ancora da certificare". Ma c'è voglia di ridare dignità al paese intero

Più informazioni su

“Anche fatture telefoniche, per erogazione di servizi a beneficio di ex consiglieri, a carico del comune di Foppolo”. Dopo il primo Consiglio comunale che ha segnato il nuovo corso del paese dell’Alta Val Brembana travolto dalla vicenda di Brembo Ski, emergono nuovi dettagli, in particolare per quanto riguarda le finanze del comune.

“La situazione è drammatica – ha dichiarato senza tanti giri di parole Gloria Carletti, neoeletta prima cittadina di Foppolo – Il Comune è in stato di pre-dissesto, con 5 milioni di disavanzo accertato e 3 ancora da certificare. Affideremo a un revisore contabile indipendente il controllo delle finanze, per capire l’effettivo stato del bilancio, per poi decidere se procedere con un piano di rientro o se dichiarare il dissesto finanziario”.

Nei primi giorni di operatività, la sindaca Carletti e l’amministrazione hanno iniziato un “lavoro di ricostruzione” per capire l’effettivo stato delle casse del Comune. Tra i vari elementi, è emersa anche una questione relativa a “diverse fatture telefoniche ingenti, indirizzate al Comune stesso, emesse in seguito a servizi erogati esclusivamente a favore di ex membri del Consiglio. Fatture indirizzate al Comune, a seguito di contratti telefonici attivi, che sono stati successivamente disdetti dal commissario Letterio Porto”. Il lavoro che aspetta la neoeletta giunta comunale di Foppolo non è dei più semplici: emergono infatti sempre più tasselli problematici di una situazione economico-finanziaria complicata, sulla quale l’amministrazione vuole avere un quadro completo in tempi ragionevoli, per poi decidere le modalità con le quali procedere in una vera e propria “operazione di risanamento”.

Operazione che vede comunque un impegno, sempre con un occhio al bilancio, per rilanciare Foppolo. Sono previsti infatti alcuni interventi sul territorio, grazie ad un finanziamento statale di 3 milioni e 200mila euro indirizzato a comuni soggetti a dissesto idrogeologico. Interventi che riguarderanno 2 progetti di paravalanghe per la messa in sicurezza del demanio sciabile, la messa in sicurezza degli abitati di Piano e Tegge, il rafforzamento e la pavimentazione della strada del Dordona, il rinforzo dei cigli della strada, l’arginatura e l’impermeabilizzazione del tombotto che attraversa il piazzale degli alberghi.

Interventi che rispecchiano l’unanime idea del Consiglio comunale: tornare a dare dignità a Foppolo e ai suoi abitanti, attraverso la trasparenza e il duro lavoro.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.