Ballottaggi: Bramani nuovo sindaco di Dalmine, Nicoli confermato a Romano - BergamoNews
Elezioni

Ballottaggi: Bramani nuovo sindaco di Dalmine, Nicoli confermato a Romano

Giornata di elezioni a Dalmine, Romano di Lombardia e Ranzanico. Per i primi due comuni si tratta di ballottaggio, per il terzo di una sorta di replay dopo il clamoroso pareggio del 26 maggio scorso.

Ecco lo spoglio in diretta:

DALMINE

– Adesso è ufficiale: Bramani nuovo sindaco di Dalmine. Ha vinto col 50,93% delle preferenze

– Si attendono gli ultimi dati, ma ormai a Dalmine stanno facendo festa gli esponenti del centrodestra: Bramani è il nuovo sindaco

– Rush finale: al 17° seggio Bramani avanti col 51% contro il 49% di Alessio

– Al 16° seggio confermato il leggerissimo vantaggio del centrodestra: 50,56% a 49,44%

– Sorpasso del centrodestra al 15° seggio (su 19): Bramani al 50,44%, Alessio al 49,56%

– 13 seggi su 19: Alessio al 51,21%, Bramani al 48,79%

– 9 seggi scrutinati su 19: avanti Alessio col 52% delle preferenze

 

ROMANO DI LOMBARDIA

– I numeri finali, ufficiali: Nicoli sindaco col 51,37%

– Sebastian Nicoli confermato sindaco a Romano di Lombardia

– A due seggi dal termine dello scrutino leggerissimo vantaggio per il sindaco uscente Nicoli, avanti di 160 voti su Natali

– primi seggi scrutinati: Nicoli in leggero vantaggio

 

RANZANICO

– Freri vince a Ranzanico: dopo il clamoroso pareggio del 26 maggio questa volta a dividere i due candidati sono stati solo 6 voti

– Si decide tutto al fotofinish anche a Ranzanico: avanti di una manciata di voti c’è ancora Freri

– Metà spoglio: Freri il leggero vantaggio (di circa 20 voti) su Buelli

– Spoglio iniziato pochi minuti fa

leggi anche
  • L'analisi
    Dalmine, Romano, Ranzanico: quando a dividere vinti e vincitori sono una manciata di voti
    Bramani Nicoli
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it