BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tenace e coesa, l’Italia del calcio femminile si prepara al debutto mondiale

Le azzurre affronteranno nel primo pomeriggio di domenica 9 giugno l'Australia

Entusiasmo alle stelle, tensione quel tanto che basta per affrontare concentrate un grande appuntamento: è questo il clima che si respira a Valenciennes, città del Nord della Francia che nel primo pomeriggio di domenica 9 giugno ospiterà il debutto della Nazionale Italiana ai Campionati del Mondo di calcio femminile.

Al ritorno in una fase finale della competizione iridata a vent’anni di distanza da USA 1999, le ragazze guidate da Milena Bertolini si presentano in Francia nel ruolo di outsider dopo una fase di qualificazione che le ha viste ottenere la vittoria in sette match su otto, realizzando 19 gol e subendone soltanto 4.

Punto di forza delle azzurre sarà innanzitutto la difesa guidata dalla capitana della Juventus Sara Gama che, con la grinta e il carisma che la contraddistinguono, proverà a proteggere la porta difesa dalla compagna di squadra Laura Giuliani.

Sostenuto dall’estro di Barbara Bonansea (Juventus), stella del centrocampo azzurro, l’attacco italiano potrà contare sulle giocate di Ilaria Mauro (Fiorentina) e sui gol di Cristina Girelli (Juventus), che con le sue 29 reti realizzate nella scorsa stagione, è la calciatrice più prolifica della Nazionale Italiana; un attacco che potrà ricorrere anche alla coppia milanista Daniela SabatinoValentina Giacinti.

La 25enne bergamasca, laureatasi lo scorso aprile capocannoniere della Serie A per la terza volta in carriera, guiderà la compagine orobica che vedrà in Francia anche la presenza di Annamaria Serturini (Roma), che con i suoi 22 anni è la componente più giovane del gruppo azzurro.

Per la Nazionale di Milena Bertolini l’obiettivo principale sarà la qualificazione agli ottavi di finale da ottenere sia contro avversarie ostiche come Australia e Brasile, che contro la sorprendente Giamaica, prima nazionale caraibica a prendere parte a un Mondiale e formazione con la media più bassa fra le 24 contendenti al titolo.

Più difficile ottenere il pass per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 che spetterà alle migliori tre nazionali europee del torneo, tuttavia nessun traguardo sarà realmente impossibile da raggiungere per le azzurre.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.