BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blu Basket Treviglio

Informazione Pubblicitaria

Treviso è troppo forte, la Remer saluta i playoff: termina una grande stagione

Il match, disputato domenica 2 giugno al PalaFacchetti di Treviglio, si è concluso 57 a 78 per la formazione ospite.

Nella gara 4 delle semifinali dei playoff del campionato di basket Serie A2 la Remer Treviglio è stata superata da Treviso. Il match, disputato domenica 2 giugno al PalaFacchetti di Treviglio, si è concluso 57 a 78 per la formazione ospite.
La squadra trevigliese, così, dice addio ai playoff concludendo una grande stagione.

Ecco le informazioni sulla partita.

Remer Blu Basket Treviglio – De’ Longhi Treviso 57-78 (22-28, 12-14, 8-17, 15-19)

Remer Blu Basket Treviglio: Andrea Pecchia 16 (3/8, 1/1), Lorenzo Caroti 12 (3/4, 2/4), Mitja Nikolic 10 (0/1, 1/4), Mattia Palumbo 7 (2/2, 1/4), Davide Reati 6 (1/2, 1/5), Ursulo D’almeida 4 (1/5, 0/0), Jacopo Borra 2 (1/1, 0/0), Chris Roberts 0 (0/5, 0/3), Edoardo Tiberti 0 (0/1, 0/0), Soma Abati toure 0 (0/0, 0/0), Matteo Belotti 0 (0/0, 0/0), Andrea Siciliano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 19 – Rimbalzi: 30 5 + 25 (Andrea Pecchia 6) – Assist: 7 (Andrea Pecchia, Davide Reati 2)

De’ Longhi Treviso: Dominez Burnett 12 (1/4, 3/4), Amedeo Tessitori 11 (3/7, 1/2), Lorenzo Uglietti 11 (2/5, 2/3), David Logan 11 (1/2, 3/6), Matteo Chillo 10 (5/7, 0/2), Matteo Imbro 8 (2/8, 1/5), Davide Alviti 8 (4/4, 0/1), Luca Severini 5 (1/1, 1/1), Simone Barbante 2 (1/1, 0/0), Enrico Vanin 0 (0/0, 0/0), Manuel Saladini 0 (0/0, 0/0), Alvise Sarto 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 7 – Rimbalzi: 31 5 + 26 (Matteo Chillo 8) – Assist: 16 (Dominez Burnett 6)

2 giugno 2019

Serie A2 – semifinali play off – gara 4

Remer Treviglio – De’Longhi Treviso 57-78

Nel caldissimo (e non solo dal punto di vista climatico) Palafacchetti, Treviglio e Treviso si affrontano per la quarta puntata di questa semifinale divenuta, grazie alla Remer, interminabile per gli uomini di Menetti. Il coach trevigiano, memore delle difficoltà palesate in gara 3, presenta a sorpresa David Logan, nella speranza che possa rappresentare il lasciapassare per la finale già stasera. Per Treviglio che a questo punto non ha più nulla da perdere, un’ulteriore vetrina a livello nazionale grazie alla presenza delle telecamere di Sportitalia.

Quintetti iniziali: Remer con Nikolic, Borra, Caroti, Pecchia, Roberts. De’Longhi con Burnett, Severini, Imbrò, Alviti, Tessitori.

La prima azione di Pecchia sfuma sul ferro mentre Burnett battezza la sua gara con la tripla. Difesa subito aggressiva di Treviso che non lascia spazi ai trevigliesi. Alviti dall’area trova altri due punti mentre Nikolic si guadagna un fallo su tiro dalla lunga (3 su 3). Roberts costringe Burnett alla palla persa. Caroti lotta in area e per lui arrivano i primi punti che significano pareggio. Anche Borra trova un semigrancio lottando con Tessitori. Ancora Nikolic guadagna un giro in lunetta dopo la penetrazione (2 su 2). La stoppata di Borra innesca Pecchia che non riesce a trovare il canestro. Imbrò sull’altro fronte trova canestro e fallo (libero trasformato). Il sottomano di Caroti e ancora Imbrò muovono il risultato con Treviglio avanti di un punto. Uglietti trova i tre punti dalla punta e Treviso è nuovamente avanti. Gli ospiti provano a mettere velocità nei loro attacchi e la Remer soffre (fallo di Palumbo su Uglietti che dalla carità fa 1 su 2).

A -4’16” fa il suo esordio in questa semifinale Logan. I ripetuti falli di Uglietti non impediscono a Pecchia di trovare canestro e fallo (libero trasformato) per il nuovo pareggio. Severini pesca la tripla. Fallo di Logan non fischiato su Palumbo ed in contropiede arrivano altri due punti di Uglietti. Time out Treviglio. Il secondo fallo di Severini con Treviso in bonus, riporta in lunetta Nikolic (2 su 2). La tripla di Pulumbo riporta la nuova parità ma solo per qualche secondo visto che arriva la bomba di Uglietti. Chillo in tap in cerca di scavare un solco. Pecchia lotta con Burnett e si va nuovamente in lunetta (1 su 2). Chillo appoggia comodo. A -17” altro giro in lunetta per Pecchia (2 su 2). Il tempo si chiude con la schiacciata di Tessitori che manda tutti in panchina sul 22-28 per Treviso.

Secondo periodo. Imbrò prova subito la conclusione dalla lunga ma il primo ferro respinge. Uglietti si prende un’altra conclusione dall’area che significa undicesimo punto per lui. Reati perde una palla sanguinosa e Severini realizza. Anche Alviti in contropiede trova due punti e sul -12 Vertemati chiama time out. Continua il black out trevigliese con una palla banalmente persa a centro campo. Prosegue la gara sporca di Uglietti con Pecchia che si ripresenta in lunetta (2 su 2). Ora la tensione in campo è altissima con conclusioni fallite su entrambi i fronti. A -5’37” time out Treviso. Arriva la quarta palla persa per la Remer. Palumbo lotta con Alviti sotto le plance per due punti d’oro. Reati in penetrazione colleziona canestro e fallo (libero realizzato) per il -5. Il pressing di Pecchia porta Uglietti a mandare la palla fuori dal campo. Altro time out chiamato da Menetti.

Logan mette a segno la prima tripla della sua gara seguita subito dopo dal tiro da oltre arco di Tessitori per il +11. In contropiede ci pensa capitan Pecchia a scuotere i suoi. Tessitori prova a fare un numero da circo, non richiesto, ed arriva invece un fallo in attacco. La tripla di Caroti riaccende il Palafacchetti per il -6. Tessitori prova ad allungare nuovamente dalla lunetta (2 su 2). Roberts continua a litigare con il ferro e si va al riposo lungo 34-42 per Treviso. Gara comunque ancora aperta nonostante Treviglio questa sera soffra tremendamente la fisicità ospite.

Terzo periodo. Subito terzo fallo di Alviti. Altra conclusione sul ferro di Roberts mentre Tessitori riparte con un canestro e fallo (libero non trasformato). Anche Nikolic fallisce dalla lunga mentre per Treviso va tutto bene con il tiro dai 6 e 75 di Imbrò. Treviglio non segna più ma gli ospiti con un un po’ di supponenza sbagliano un paio di conclusioni fino al sottomano in contropiede di Alviti. Sul -15 Vertemati chiama time out. I tifosi ospiti in tribuna non perdono occasione per farsi notare per atteggiamenti sopra le righe che costringono le forze dell’ordine ad intervenire. Chillo trova altri due punti dal pitturato e Logan pesca la seconda tripla di serata. Pecchia non demorde ed appoggia comodo da sotto canestro. Burnett sempre dalla lunga per il +21. Ancora Pecchia è protagonista dalla lunetta ma per lui è solo un 1 su 2. Fioccano ora i falli. A -2’ ecco la tripla di Reati. D’Almeida trova un alleato nel ferro per un canestro utile e fortunoso.. Logan ancora dal pitturato e si va all’ultimo riposo 59-42 per Treviso. Gara che sembra ormai compromessa per Treviglio anche se mancano ancora 10’ di speranze.

Quarto periodo. Tessitori lascia sul posto D’Almeida ed appoggia comodo. Per il 13 trevigliese pronto riscatto con il fallo subito che lo manda in lunetta (2 su 2). A -8’25” time out Treviso. Caroti realizza dal pitturato ma la gara continua ad essere in controllo degli ospiti. Chillo sempre efficace sotto. La tripla di Pecchia in allontanamento e la susseguente bomba di Nikolic confermano però che la Remer non vuole cedere le armi (-11). Severini si prende altri due punti da sotto. Menetti è costretto a tenere il quintetto base mentre arriva un’altra tripla di Caroti. Burnett spegne subito gli entusiasmi trevigliesi, con le speranze che naufragano per mano di Logan che spara un’altra tripla. Chillo dall’angolo per il +18 suggerisce a Vertemati un altro time out a -4’10”. Burnett con passi in partenza strappa un canestro e fallo (il libero aggiuntivo viene trasformato).

Palumbo in penetrazione addolcisce il divario ma Treviso ora gioca con il cronometro. A -1’ standing ovation per Nikolic e Caroti. Il canestro di Barbante serve solo per il tabellino. Escono anche gli altri protagonisti biancoblu tra gli applausi convinti e commossi degli oltre 2. 700 del Palafacchetti. Treviso va in finale dove incontrerà Capo d’Orlando.

A fine gara il giro dei giocatori racconta tanto di questa stagione. Nikolic, Roberts e Pecchia in lacrime e l’ovazione per Vertemati sono le istantanee più belle in questa serata che rappresenta comunque il punto più alto raggiunto dalla Blu Basket. Onore al merito a questi ragazzi che tutta Italia ha ammirato per il cuore, la determinazione e la capacità tecniche espresse in questo straordinario campionato.
Giuseppe De Carli

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.