BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incendio ad Albino: la famiglia sfollata alloggerà in una casa comunale

Lo comunica la lista civica 'SiAmo Albino'. Sui social in tanti si stanno attivando per procurare mobili e generi di prima necessità

“Detto, fatto. Soluzione abitativa temporanea trovata”. La famiglia rimasta senza casa a Casale di Albino dopo un incendio scoppiato la notte scorsa (leggi qui) “alloggerà in un immobile comunale sito in Albino – Ca’ Gromasa – , precedentemente lasciato libero da una famiglia. Ora si attenderà di comunicare i punti di raccolta per generi alimentari e vestiari e gli orari di apertura di tali centri di raccolta al fine di organizzare al meglio l’aiuto concreto alla famiglia”. Lo comunica su Facebook la lista civica ‘SiAmo Albino’. “L’appartamento sarà a disposizione già da domani – fa sapere il sindaco Fabio Terzi -. Si è liberato da pochi giorni ed è idoneo in termini di capienza per accogliere la famiglia”, composta dalla mamma e dai suoi quattro bambini.

L’appartamento è stato completamente distrutto dalle fiamme, che hanno invaso tutte le stanze e bruciato quello che c’era all’interno. Gli occupanti si sono accorti in tempo e sono riusciti a mettersi in salvo, ma non hanno più niente.

Sul posto sono intervenute tre autobotti dei vigili del fuoco e la Protezione civile ha anche attivato una raccolta fondi per sostenere la famiglia.

Cristina Biava, nome della padrona di casa, tra l’altro è appena scaduto il contratto di lavoro. I suoi figli hanno 9, 11, 12 e 18 anni.

Anche su Facebook in tanti si stanno attivando per procurare mobili e generi di prima necessità. Per chi volesse versare un contributo è stato messo a disposizione un numero di conto corrente (l’Iban è IT10I0617552481000000690480 con causale “contributo pro Cristina”).

(ph. Facebook: SiAmoAlbinoTerziSindaco)

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.