Non solo il sindaco, "A Bergamo anche il Consigliere provinciale più giovane d'Italia" - BergamoNews
La curiosità

Non solo il sindaco, “A Bergamo anche il Consigliere provinciale più giovane d’Italia”

Si tratta di Marco Redolfi, 23 anni, di Mornico al Serio

“A Bergamo, dopo il sindaco (Michele Schiavi, 20 anni, eletto a Onore, ndr), scopriamo che abbiamo anche il Consigliere Provinciale più giovane d’Italia… Marco Redolfi“. Lo scrive su Facebook la sezione del Pd di Mornico Al Serio.

“Apprendo oggi che attualmente sono il Consigliere Provinciale più giovane d’Italia – rilancia Redolfi, 23 anni, studente di ingegneria meccanica  -. Un traguardo non mio ma dei GD Bergamo e degli amministratori che credono in noi giovani. Grazie in fine a chi cinque anni fa, come pochi giorni fa, mi ha dato la possibilità di diventare amministratore comunale, il sindaco Eugenio Cerea”, in carica a Mornico.

“Credo che Bergamo stia dimostrando che investire su noi giovani non è solo una scommessa ma un gesto di lungimiranza per la classe politica, a prescindere dai partiti – aggiunge -. Questa tornata elettorale ne è la dimostrazione, giovani non è sinonimo di ‘bravi’ ma di speranza e capacità dimostrata sul campo”.

leggi anche
  • L'intervista
    Michele, 20 anni, è il sindaco più giovane d’Italia: “Anche da Napoli mi fanno gli auguri”
    Michele Schiavi
  • Amministrative 2019
    Onore ha il sindaco più giovane della provincia: Michele Schiavi
    Michele Schiavi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it