BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

È la giornata internazionale senza tabacco: in Italia si fumano 72 miliardi di sigarette l’anno

Sempre più giovani si avvicinano al fumo

Sempre più italiani e sempre più ragazzi si avvicinano al fumo. Lo dico i dati, preoccupanti: secondo l’Istituto Superiore di Sanità i giovani fumatori abituali sono più che raddoppiati, mentre i consumatori occasionali risultano aumentati del 60% rispetto allo scorso anno.

In Italia nel 2018 si sono fumate qualcosa come 72 miliardi di sigarette.

In occasione della Giornata Mondiale Senza Tabacco 2019 indetta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, Lilt Milano accende i riflettori su questo allarmante fenomeno cercando di sensibilizzare i giovani facendo leva sul tema dell’ambiente, argomento su cui i ragazzi mostrano una crescente attenzione, come incentivo per invogliarli a smettere di fumare.

Quella dell’inquinamento, infatti, sembra essere la nuova strada intrapresa dalle istituzioni per sensibilizzare i giovani.

Secondo i dati di Lilt Milano, raccolti su un campione nazionale di giovani tra i 18 e i 29 anni, oltre il 90% degli intervistati mostra un alto livello di sensibilità per le tematiche ambientali e l’84% è consapevole dei danni che provocati dal fumo non solo agli individui, ma anche all’ambiente: quasi tutti i giovani intervistati considerano i mozziconi tra i rifiuti più dannosi per il pianeta.

Di quei 72 miliardi di sigarette circa due terzi dei mozziconi vengono gettati dai fumatori nell’ambiente circostante, tanto che sono il rifiuto più ricorrente sulle spiagge.

Le piante di tabacco, soggette all’attacco di parassiti e malattie, durante la coltivazione e la lavorazione vengono trattate con diversi pesticidi che degradano il terreno circostante.

Ulteriori preoccupazioni nascono da produzione, imballaggio, distribuzione e combustione del tabacco, che portano alla formazione di gas ad effetto serra.

Insomma, non solo per la nostra salute personale, ma anche per l’ambiente che ci circonda: per smettere di fumare ci sono tanti validissimi motivi.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.