BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cade mentre taglia una siepe, 43enne finisce in ospedale foto

L'incidente venerdì mattina, 31 maggio, alla Gervasoni di via Caberardi

Più informazioni su

Incidente sul lavoro attorno alle 10 del mattino di venerdì 31 maggio sulla strada privata di accesso all’impianto lavorativo della ditta Gervasoni spa di Val Brembilla, in via Ca Berardi 3. Un uomo di 43 anni, artigiano in un’impresa edile incaricata dalla Gervasoni spa per interventi di manutenzione varia, stava pulendo un muro aziendale dalle erbacce. Per fare ciò l’impresa incaricata ha provveduto ad utilizzare un grosso muletto agganciando un cestello alle forche dello stesso.

Incidente Valbrembilla

L’uomo infortunato è entrato nel cestello e, utilizzando un tagliaerba, stava provvedendo alla potatura del verde da un’altezza di 3 metri circa. Nel momento in cui  il lavoratore  si è appoggiato allo sportello del cestello, però, quest’ultimo ha ceduto, facendo cadere l’uomo, che ha riportato qualche frattura toracica e contusioni varie. E’ stato soccorso in codice rosso, ma è rimasto sempre cosciente.

Sul posto sono intervenuti l’elisoccorso e un’ambulanza da Bergamo, dove l’uomo è stato trasportato, sembra non in gravi condizioni. Sul posto anche per accertamenti sulla dinamica dell’incidente i carabinieri della compagnia di Zogno.

“Si sta valutando la tipologia di attrezzatura  utilizzata relativamente alla sua  adeguatezza per  il bisogno specifico dell’intervento.  Normalmente questi interventi infatti  dovrebbero essere svolti con piattaforme elevabili e non con l’utilizzo del muletto/carrello elevatore ed un  cestello. L’azienda cioè deve scegliere il tipo di attrezzatura migliore e più funzionale allo svolgimento del lavoro in sicurezza” – ha commentato Sergio Piazzolla, Responsabile Area Specialistica Igiene e Sicurezza del Lavoro dell’Ats di Bergamo. “È da ricordare anche che comunque la manutenzione  periodica e programmata delle attrezzature è essenziale (in questo caso la verifica dei meccanismi di chiusura del cestello)”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.