BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nel solco di Sessa, Macario nuovo sindaco di Torre Boldone: “Sono fiero e contento”

Il candidato della lista civica “Insieme per Torre” ha ottenuto la maggioranza dei consensi alle elezioni amministrative di domenica 26 maggio.

Luca Macario è il nuovo sindaco di Torre Boldone. Il candidato della lista civica “Insieme per Torre” ha ottenuto la maggioranza dei consensi alle elezioni amministrative di domenica 26 maggio.

Le votazioni, dunque, hanno premiato la continuità: Macario prende il posto di Claudio Sessa che ha amministrato il paese negli ultimi due mandati, nel primo con una coalizione politica formata da Popolo della Libertà e Lega Nord che raggiunse il 43,1% mentre nel secondo con la lista civica “Insieme per Torre” che totalizzò il 41,80%. E in quest’ultimo quinquennio il neosindaco ha svolto il ruolo di consigliere comunale e capogruppo.

AMMINISTRATIVE 2019 – Al centro sinistra non è bastato unirsi dando vita alla lista “Abitare”, che si è classificata seconda con 7 punti di distanza dalla formazione vincitrice.

Non ha inciso sul risultato finale nemmeno la spaccatura della maggioranza che si è verificata nei mesi scorsi con la fuoriuscita dell’ex vicesindaco ed ex assessore al bilancio e al commercio Simonetta Farnedi, dell’ex assessore all’urbanistica e all’edilizia privata Gianangelo Cividini e dell’ex consigliere Natale Bonaita, che si sono candidati con la coalizione formata da Lega e Torre Ideale sfidandolo alle elezioni.

Insieme per Torre

La vittoria è stata accolta con entusiasmo dalla lista “Insieme per Torre”, che sulla propria pagina Facebook ha scritto: “Iniziamo subito!!! Non c’è tempo da perdere, abbiamo in cantiere tante idee e tanti progetti per rendere Torre Boldone ancora più a misura di cittadino. Usciamo vittoriosi da una campagna elettorale lunga e difficile, ben 2166 cittadini hanno deciso di darci il loro voto. Ringraziamo anche coloro che hanno votato per le altre due liste in lizza , in questi anni lavoreremo affinché possano comunque essere orgogliosi di dirsi cittadini di Torre Boldone. Con le minoranze in consiglio comunale vi sarà confronto aperto ma schietto, speriamo che nei prossimi 5 anni non si limitino a fare ‘interrogazioni’ ed a mettere i bastoni tra le ruote ma presentino anche proposte costruttive. Vi terremo aggiornati su quanto faremo per Torre Boldone sempre su questa pagina, anche le iniziative che vorremo intraprendere le conoscerete direttamente da qui, mettere quindi un like e sarete sempre sul pezzo … come lo siamo stati e lo saremo noi. Grazie ancora a tutti”.

Luca Macario

Dopo aver appreso l’esito, il nuovo sindaco Macario ha dichiarato: “Io e il mio gruppo abbiamo appreso la notizia con tanta soddisfazione e felicità. Sono fiero e contento del risultato ottenuto, che ha confermato i riscontri positivi ricevuti durante la campagna elettorale, che abbiamo condotto da signori. Considerando che il centrodestra era diviso e il centrosinistra unito non era facile, ma sono sempre stato fiducioso: confidavo che avremmo potuto farcela. Anzi, rispetto alla scorsa tornata elettorale abbiamo aumentato il nostro consenso passando dal 41,80% del 2014 al 43%”.

Parlando del primo obiettivo da concretizzare, infine, ha dichiarato: “Ci concentreremo sulla realizzazione dell’anfiteatro verde”.

I NUMERI – Guardando nel dettaglio i dati numerici, su un totale di 5.016 voti validi, Luca Macario con la lista “Insieme per Torre” ha conquistato 2.166 voti pari al 43% superando gli sfidanti Carlo Marcelli, alla guida della lista “Abitare”, che ha ottenuto 1.789 voti (36%) e Simonetta Farnedi, rappresentante della coalizione fra la Lega e la lista “Torre ideale”, che si è fermata a 1.061 voti (21%). A questi dati vanno aggiunte 77 schede bianche e 47 nulle, giungendo a 5.140 voti in totale, dei quali 2.442 è costituito da persone di sesso maschile e 2.698 femminile. Considerando che il numero degli elettori è pari a 6.953 (3.310 maschi e 3.643 femmine), significa che si è recato alle urne il 73,92% degli aventi diritto (73,78% dei maschi e 74,06% femmine).

Per quanto riguarda le preferenze dei singoli consiglieri, l’ex sindaco Claudio Sessa ha fatto incetta conquistandone il numero maggiore (198), seguito da Vanessa Bonaiti (122), Caterina Fontana (92), Gianfranco Vescovi (80), Nicola Gherardi (75), Monica Pellizzari (62), Valter Acerbis (60), Alberto Zilioli (46), Alessandro Grazioli (37), Carmela Canova (34), Paola Di Matteo (34) e Claudia Ratti (12). Nella lista “Abitare”, a Carlo Marcelli, in qualità di candidato sindaco, sono attribuite quelle della sua formazione (1.789), mentre per i consiglieri: Savina Algeri Piazzalunga 131, Paolo Bertoldini 109, Lucia Cortinovis 45, Alexandra Feyder Ronzoni 57, Mariangela Fusco 90, Giorgio Gallano 85, Sara Nicolini Ghisalberti 104, Rosita Poloni 156, Ivano Premoli 139, Alberto Ronzoni 80, Maurizio Rovetta 81, Marco Spreafico 186. Per la lista Lega e Torre Ideale, a Simonetta Farnedi, come candidata sindaco, 1.061 e per i consiglieri: Aurora Albergoni 28, Natale Bonaita 40, Gianangelo Cividini 22, Loris Ferro 19, Elisabetta Longhi 7, Andrea Migliorini 17, Giada Musci 42, Ida Penzani 10, Stefania Rossetti 6, Alessandro Santinelli 46, Matteo Santinelli 12 e Antonio Roberto Verico 7.

Insieme per Torre

Soddisfatto, l’ex primo cittadino Sessa commenta: “Dopo 10 anni di lavoro lascio la carica di sindaco, inevitabilmente ho un po’ il magone, ma mi fa molto piacere passare la fascia a Luca (Macario, ndr). Qualcuno aveva cantato vittoria troppo presto e, come era già successo nel 2014, era già sicuro di vincere, ma la realtà è diversa”.

Il video della proclamazione – Tratto dalla pagina Facebook di “Insieme per Torre”

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.