• Abbonati
Il caso

Mercatone Uno, i clienti con anticipi bloccati assistiti da Adiconsum

In generale si tratta di clienti che avevano un acquisto in ordinazione e che avevano pagato un acconto e che ritengono di essere stati danneggiati dal comportamento della proprietà

Shernon Holding, la società che gestisce il marchio Mercatone Uno, è stata dichiarata fallita.

Così, dalla sera alla mattina, anche i lavoratori si sono ritrovati senza lavoro, increduli di fronte alle serrande chiuse nel presidio di domenica mattina, ma proprio lì hanno incontrato anche alcuni clienti, che avevano versato anticipi per acquisti effettuati.

I dipendenti sono venuti a conoscenza del fallimento nella notte tramite i social network.

“È esattamente lo stesso per i clienti – dice Mina Busi, di Adiconsum di Bergamo -. Stiamo già raccogliendo segnalazioni e richieste di assistenza per dare indicazioni al cliente danneggiato che verosimilmente non potrà ritirare la merce giù pagata, salvo interventi di subentro e di salvataggio. Shernon Holding, la società che gestisce il marchio Mercatone Uno, è stata dichiarata fallita venerdì 24: possibile che nessuno dei dirigenti centrali abbia pensato a che cosa stava accadendo nei punti vendita e che cosa avrebbe comportato nei giorni successivi? Su questo stanno lavorando i nostri legali. In generale si tratta di clienti che avevano un acquisto in ordinazione e che avevano pagato un acconto e che ritengono di essere stati danneggiati dal comportamento della proprietà”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Mercatone Uno
Verdello
Mercatone Uno è fallito: in bergamasca 30 lavoratori a rischio
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI