BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Insulti social, Meloni al sindaco 20enne: “Caro Michele, lascia perdere chi diffonde odio”

Tra i tanti messaggi di auguri, c'è anche chi ha preso di mira Michele Schiavi, eletto a Onore tra le fila di FdI

Messaggi di auguri – come lui stesso ha fatto sapere in un’intervista a Bergamonews – gli stanno arrivando da tutta Italia. Ma, come spesso accade sui social, c’è anche chi lo ha preso di mira. Stiamo parlando di Michele Schiavi, 20 anni, eletto tra le fila di FdI ad Onore, in alta valle Seriana. Il giovane candidato ha ottenuto il 51,22% dei voti battendo la rivale Angela Schiavi, sindaco uscente, assestatasi al 48,78%, diventando così il più giovane primo cittadino dello Stivale.

“È un onore avere tra le file di Fratelli d’Italia il sindaco più giovane – ha commentato Giorgia Meloni, postando alcuni degli insulti comparsi sui social -. Michele fa parte di tutti quei ragazzi volenterosi che scendono in campo e mettono a disposizione tutta la loro passione e voglia di fare per una causa. Ma c’è chi invece di fargli i complimenti per il suo impegno civile e politico, lo insulta. Guardate voi stessi i commenti di questi leoni da tastiera: ecco chi diffonde davvero l’odio, ecco il trattamento che i “democratici” riservano a chi preferisce tenere alto il tricolore invece di piegarsi ad una società che sempre più non ha valori da seguire. Caro Michele, lascia perdere questi poveretti e continua a credere in quello che fai, sempre”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.