BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gasperini-Atalanta: cinque motivi per continuare insieme, ma…

Dopo la conquista della Champions il tecnico dovrà decidere con Percassi il suo futuro: continua il matrimonio coi nerazzurri o è pronta un'altra avventura?

Una cosa sola è certa ad oggi, lunedì 27 maggio 2019: l’Atalanta di Gasperini ha fatto qualcosa di leggendario, che resterà nella storia del club bergamasco.

A poche ore di distanza dalla vittoria sul Sassuolo che ha regalato a Gomez e compagni la prima qualificazione in Champions League, a Zingonia è già tempo di programmare la prossima stagione. E a tenere banco principalmente è il futuro del tecnico dei miracoli, quello che in tre anni ha portato i nerazzurri due volte in Europa League e, ora, nella competizione più importante: resterà per vivere questo storico traguardo appena raggiunto oppure accetterà l’offerta della Roma?

Noi – senza avere alcuna verità in tasca – abbiamo provato a ipotizzare cosa potrebbe succedere tra Gasperini e l’Atalanta.

Perché lasciarsi

1- La Champions è un risultato forse irripetibile: mai i nerazzurri avevano chiuso al terzo posto un campionato di serie A, mai avevano conquistato l’accesso alla competizione più importante per un club europeo. Gasperini potrebbe pensare che il massimo a Bergamo è già stato fatto.

2- Con un risultato così potrebbe chiudersi un ciclo: dopo tre anni di soddisfazioni il tecnico potrebbe aver voglia di ricominciare da un’altra parte, per raggiungere traguardi ancora più importanti.

3- Con il ds Sartori non è mai stato amore vero: le frizioni in fase di calciomercato tra il tecnico e il direttore sportivo sono note da tempo e viene facile immaginare che il Gasp quest’estate potrebbe essere ancora più esigente quando si parlerà di chi trattenere e chi acquistare.

4- L’offerta della Roma è davvero importante: i giallorossi offrono al mister piemontese non solo un milione netto in più all’anno, ma anche la possibilità di lavorare in primissimo piano col nuovo ds Petrachi (in arrivo dal Torino) in fase di calciomercato, quello che non è mai successo a Bergamo.

5- La Roma rappresenta l’occasione di riscatto con una “big”: dopo il flop all’Inter Gasperini potrebbe aver voglia di riprovare a guidare una grande per cancellarsi quella scomoda etichetta di “bravo con le medio-piccole”. Ammesso che l’Atalanta possa ancora essere definita tale.

Perché continuare insieme

1- Bergamo ama Gasperini: il popolo nerazzurro si rispecchia in tutto e per tutto nel suo tecnico, e anche domenica sera gliel’ha dimostrato con striscioni, cori e ovazioni. A Bergamo Gasperini è un vero e proprio re.

2- Gasperini ama Bergamo: l’affetto che i bergamaschi gli dimostrano in ogni occasione è ampiamente ricambiato dall’ex allenatore del Genoa. Che – ne siamo certi – ha come priorità quella di restare sotto le Mura venete.

3- La Champions con l’Atalanta è storia: per qualcuno il terzo posto conquistato dai nerazzurri è paragonabile allo scudetto del Verona di Osvaldo Bagnoli. E allora, dopo averla conquistata, perché non giocarla con l’Atalanta questa Champions storica?

4- La Roma giocherà l’Europa League, partendo dai preliminari: le sfide non hanno mai spaventato Gasperini, lo sappiamo bene, ma il fatto che i giallorossi siano fuori dalla Champions e dovranno partire dai preliminari di luglio non rappresenta certo un gran biglietto da visita per il club capitolino.

5- Percassi farà di tutto per trattenere il Gasp: dopo tre annate superlative e con il tifo che ama profondamente il tecnico piemontese, non riusciamo a pensare che Percassi non assecondi le richieste di Gasperini, cercando di fargli cambiare idea se il mister gli dovesse comunicare di voler cambiare aria per davvero (cosa che non è affatto detto che succeda).

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.