BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Europee, Lega vola oltre il 30%, Salvini: “Gli alleati di governo per me sono amici”

Seguiamo passo passo l'evolversi dei risultati per il rinnovo del Parlamento europeo. Uno sguardo al voto di tutti i Paesi e uno più approfondito a quello che emerge in Italia e che avrà certamente ripercussioni sul governo.

Più informazioni su

Seguiamo passo passo l’evolversi dei risultati per il rinnovo del Partlamento europeo. Uno sguardo al voto di tutti i Paesi e uno più apporfondito a quello che emerge in Italia e che avrà certamente ripercussioni sul governo.

Ore 2.39

Proiezione definitiva. Lega 34; Pd 22,5%; M5s 17,4%; FI 8,5%; FdI 6,5; Più Europa 3,2.

Ore 2.07

Dati reali, Centro Italia: Lega 33%, Pd 27,1; M5S 15,7%; Forza Italia 7

Al Sud il M5s mantiene il dominio al 29,9%, la Lega 24; Pd 16,8; FI 7,8 FdI 7,6

Ore 0.14

Terza proiezione: Lega 34,1%; Pd 22%; M5s 18; Fi 8,5; Fratelli d’Italia 6,4; Più Europa 3,2; Verdi 2,4; Sinistra 1,7

Ore 1.08

Nicola Zingaretti, segretario Pd: “Grazie a chi è tornato a guardare alla lista unitaria per aprire una fase nuova in Italia. Siamo molto soddisfatti dell’esito elettorale: scelta unitaria è vincente perché introduce una grande novità politica e cioè che il bipolarismo è tornato a essre centrato sul Partito democratico. La sfida è costruire l’alternativa a Matteo Salvini che esce come vero leader di un governo immobile e pericoloso. L’Italia è un Paese con molti più debiti di un anno fa, meno lavoro, più cassa integrazione. In Europa l’aggressione sovranista alle istituzioni europee è fallita: dentro il parlamento europeo c’è una ampia e solida maggioranza che vuole rilanciare il grande sogno europeo. Le forze sovraniste sono marginali rispetto alle grandi scelte che l’Europa farà nelle prossime settimane. La nostra famiglia dei socialisti progressisti avrà un ruolo importante.

Ore 00.55

Parla Matteo Salvini e ringrazia il sacro cuore di Maria: “Ringrazio chi c’è lassù e non aiuta Salvini e la Lega ma l’Italia e l’Europa. Gli italiani ci han dato il compito riportare al centro il diritto al lavoro. Un successo incredibile non solo della Lega in italia: solo 5 anni fa parlavamno di una Lega in estinzione, abbiamo percentuali del 50% in molte città. Intanto Marine Le Pen primo partito d’Europa, Farage va forte in Inghilterra: l’Europa cambia, si è stufata delle multinazionali e dei poteri forti. Ringrazio gli italiani che ci hanno soistenuti contro tutto e tutti. Io ho subito attacchi quotidiani reali e vergognosi. Il mio avversario era e rimane la sinistra che ha governato male in Italia e in Europa: gli alleati di governo per me sono amici per cui da domani si torna a lavorare affrontando tutti i temi in sospeso, grandi opere, sicurezza, decreto crescita, sostegno famiglie. Serenamente, abbassando i toni. Sarà un periodo economico complicato, ne siamo consapevoli.

Ore 00.20

Seconda proiezione: Lega 33,1; Pd 21,7; M5s 19; Fi 8,5

Ore 00

Prima proiezione, con margine d’errore dello 0,48%.  Consolidamento della Lega al 32%; Pd 21,7%; M5S 19,6; Fi 8,6; Fratelli d’Italia 6,2%; più Europa 3,4%

Ore 23.53

Come va nel resto d’Europa? Verdi in Germania al 25%, Marine Le Pen che scavalca Macron in Francia e il premier greco Alexis Tsipras che, sconfitto, chiede elezioni anticipate. Nel Regno Unito, dove permane lo stallo per il mancato divorzio della Ue, come da previsioni vince il Brexit Party di Nigel Farage mentre i Tories si fermano intorno al 10-12%. Guardando a Est, invece, in Ungheria è plebiscito per Fidesz di Viktor Orban che sfonda il 52%, mentre in Polonia i conservatori al governo di Diritto e Giustizia volano oltre il 40%.

Ore 23.32

Secondo exit poll: Lega migliora tra 27,5 e 30,5%; Pd tra 21 e 24%; M5S tra 19,5 e 22,5; Fi 8,5 e 10,5%; Fratelli d’Italia 4,5-6,5%

Ore 23.25

Matteo Salvini è uscito con un’immagine di se stesso e un cartello scritto a mano: “1° partito in Italia Grazie”

salvini primo

Ore 23.14

Il vicesegretario Pd Andrea Orlando fa la prima dichiarazione, pur con tutte le cautele del caso: “Tra noi e i 5 stelle c’erano oltre 10 punti di scarto, ora siamo testa a testa. Il Partito democratico è in campo”

Ore 23.05

Secondo invece gli exit poll Opinio per la Rai, la Lega è il primo partito con una percentuale tra il 27 e il 31 per cento. E il Pd – tra il 21 e il 25 per cento – ha sorpassato i 5 Stelle (18,5-22,5 per cento). Forza Italia all’8-12%, Fratelli d’Italia al 5-7%, Più Europa 2,5-4,5%, Europa Verde 1-3%, La Sinistra 1-3%, Partito Comunista 0,1-1,5%.

Ore 23

Sondaggio Swg, multipol. Primo partito: Lega 26,5-29,5; Pd e 5 Stelle testa a testa tra il 21 e il 23%; Forza Italia 9-11,5%; Fratelli d’Italia 5-7%; Più Europa 2,5-3,5%

Ore 22.40

Alta la partecipazione al voto in tutto il Vecchio Continenente.

Secondo gli exit poll sembra esserci un boom dei Verdi, che in Germania superano la Spd e nel nuovo Parlamento conquistano 69 seggi (ne avevano 52). I sovranisti crescono ma non sfondano. Gli euroscettici crescono ma non stravincono, le famiglie politiche tradizionali – Popolari e socialisti – perdono consensi, ma ne conquistano di nuovi i liberali e soprattutto i verdi, che sorprendono sia in Germania che in Francia.

Ore 22.30

L’ultima proiezione del Parlamento europeo, diffusa alle 21.23 e basata sugli exit poll, assegna ai Popolari 177 seggi nel nuovo Parlamento europeo, ai socialisti e democratici 147, ben 69 ai verdi, che nella passata legislatura ne avevano 52 e 101 alla formazione che raggruppa l’Alde (che da sola aveva 62 seggi nel precedente Parlamento) e l’En Marche di Macron. Il gruppo sovranista fondato da Matteo Salvini, l’Europa delle nazioni e della libertà, conquisterebbe 57 seggi, i conservatori e riformisti – a cui aderiscono i Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni – 58.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.