BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviolo, che lotta: Gandolfi-bis, il ritorno di Masper o la prima volta di Zanchi?

All'uscente Gandolfi si oppongono l'ex primo cittadino Masper e Fabiano Zanchi, oggi a capo di una civica di centrodestra: polo scolastico una priorità per tutti i candidati che invece si punzecchiano su aeroporto e presenza in comune.

Un sindaco uscente, un ex sindaco e il candidato di Lega Nord-Comune della Libertà lista civica di cinque anni fa che oggi corre da solo con una civica di centrodestra: intrecci e dettagli della battaglia per la fascia tricolore di Treviolo che vede in corsa rispettivamente Pasquale Gandolfi, Gianfranco Masper e Fabiano Zanchi.

Tutti nomi e volti noti della politica locale che daranno vita a una delle battaglie elettorali più interessanti della provincia.

Il sindaco uscente Gandolfi (Progetto Treviolo) si ripresenta con una squadra rinnovata per metà: 8 nuovi ingressi su 16 candidati consiglieri e l’ammissione che nella costruzione ha dovuto faticare per lasciare fuori alcune persone.

“Molta gente si è avvicinata al nostro gruppo, non è stato facile chiudere la lista – spiega – Otto uomini e otto donne, squadra eterogenea sotto ogni punto di vista: da quello anagrafico a quello professionale, fino alla rappresentanza delle quattro frazioni”.

Del lavoro di cinque anni un solo rammarico: “Essere riusciti a sbloccare la situazione del polo scolastico solo alla fine del mandato – ammette – Però era importante arrivare a quel risultato, così come sono orgoglioso di essere riuscito a portare sul territorio una nuova casa di riposo al servizio dei cittadini, di aver mantenuto alto il livello dei servizi sociali e della scuola per cui investiamo più di due milioni di euro all’anno”.

Sulla priorità non ha dubbi: “Chiunque sarà il prossimo sindaco deve essere polo scolastico: il sequestro fu un duro colpo e nei prossimi anni dovrà essere completato. Ci vorranno almeno 24 mesi: 18 per finire i lavori e 6 per sbrigare le questioni burocratiche”.

Tema caldo in paese, l’aeroporto e le sue rotte: “Come amministrazione ci siamo sempre battuti con forza e sulle rotte abbiamo ottenuto una vittoria. Dagli 80 voli quotidiani che passavano sopra le nostre teste oggi siamo arrivati al massimo a 7, con evidenti vantaggi. Continueremo certamente a vigilare a tutela del nostro territorio”.

Sull’appuntamento elettorale Gandolfi taglia corto: “Ho la consapevolezza di aver dato il massimo e spero che la gente possa valutare il mio lavoro di questi cinque anni dove le promesse sono state trasformate in cose concrete. Poi che vinca il migliore”.

Primo sfidante, con la lista Miglioriamo Treviolo, è Gianfranco Masper, già sindaco dal 2009 al 2014 e vicesindaco dal 1995 al 2004: consigliere di minoranza, consigliere provinciale e membro del CdA di Uniacque.

“Gli incarichi in provincia e nelle società pubbliche sono espletati a titolo gratuito e se fossi eletto lascerò ogni incarico operativo per dedicarmi esclusivamente e a tempo pieno al Comune – annuncia – Mi ricandido perchè sono convinto di poter migliorare la qualità dei servizi erogati dal Comune ai treviolesi”.

In lista 8 uomini e 8 donne, espressione di ogni frazione e un mix di esperienza (4 con un passato da assessore e consigliere) e freschezza (3 ragazze under 25).

“Il mio progetto per migliorare Treviolo prevede ascolto della gente, una rete più efficiente ed efficace di servizi comunali, una presenza costante, salvaguardia dell’ambiente, burocrazia più snella e maggiore sicurezza. La priorità? Il polo scolastico, che impegnerà soldi ed energia. Al momento le risorse non bastano, la mia amministrazione aveva messo da parte un tesoretto che poi è stato utilizzato. A noi piacerebbe realizzare anche un percorso turistico a carattere culturale e naturalistico fino a creare un collegamento ciclopedonale diretto Bergamo-Isola”.

Sulla questione aeroporto Masper critica l’attuale amministrazione: “A mio avviso è stato un errore assecondare la decisione di Bergamo di sparpagliare le rotte. È un tema che seguo dal 2004 e avevo avvisato che questa scelta avrebbe creato altri problemi più che risolverli. Avevamo chiesto una commissione ad hoc: era stata approvata in consiglio ma mai convocata”.

Per l’appuntamento elettorale di domenica 26, Masper ha le idee chiare: “A differenza dei miei concorrenti potrei assicurare una presenza costante ed esclusiva al Comune. Vivo, frequento e mi dedico completamente a Treviolo”.

Si ricandida dopo cinque anni Fabiano Zanchi, sostenuto dalla civica CentroDestra Insieme per Treviolo, un gruppo “che rappresenta un modo diverso di fare politica, partendo dai bisogni dei cittadini: sette donne, età media sotto i 40 anni, tre under 25. Siamo i più giovani in corsa. Credo che saremo l’ago della bilancia domenica e che otterremo un buon risultato. Perchè siamo davvero liberi di pensiero, non ci presentiamo contro nessuno ma per l’interesse del paese: tra un sindaco uscente e un politico presente in Comune dal 1994, noi siamo il nuovo”.

Anche per Zanchi il polo scolastico è snodo fondamentale della prossima amministrazione: “Ma va completato con una cittadella dello sport – aggiunge – Faremo in modo che quella zona diventi il cuore pulsante del paese, realizzando una struttura sportiva organica che oggi manca su un terreno già di proprietà comunale. Le risorse? Operazione sostenibile con la vendita, già prevista, di cascina Spaiani”.

Parlando di aeroporto Zanchi si concentra un punto in particolare: “Serve un fronte compatto dei Comuni nei rapporti con Sacbo ma il muro contro muro è inutile. È ormai chiaro che non si possa fermare lo sviluppo e che abbiamo poca voce in capitolo ma chi vive a Treviolo ha diritto a una qualità di vita decorosa. Serve un tetto ai voli, impensabile un crescita costante. Spostando i cargo non si arriva a una soluzione: aumenteranno i voli civili. In questi anni si poteva fare di più, forse la doppia carica di Gandolfi a sindaco e vicepresidente della Provincia ha un po’ frenato le iniziative”.

Infine il candidato di CentroDestra Insieme per Treviolo si difende dalle critiche dei suoi avversari sulla sua effettiva presenza in municipio qualora dovesse essere eletto: “Ho vinto un concorso pubblico e lavoro come dirigente in una grande Ats fuori sede. Ma sono pronto a fare il sindaco a tempo pieno, perchè il mio rientro a Bergamo era già programmato e in caso di vittoria mi metterei in aspettativa. Sono prossimo al ritorno a Treviolo e i miei concorrenti lo sapevano benissimo”.

Treviolo, tutti i candidati

Progetto Treviolo
Sindaco: PASQUALE GANDOLFI
Consiglieri: Invernici Virna, Sciolti Antonio, Colleoni Monica, Pesenti Gianmauro, Piarulli Marta, Poli Stefano, Locatelli Martina, Taiocchi Giuseppe, Luzzana Laura, Rustico Roberto, Ghezzi Silvia Dafne, Orlandi Mauro Rafid, Carrara Nency, Sai Andrea, Liberio Cinzia, Treccani Paolo.

Miglioriamo Treviolo
Sindaco: GIANFRANCO MASPER
Consiglieri: Arici Cristina, Mauro Marcella, Mapelli Linda, Polliani Lucrezia, Bronco Stefania, Crespolini Rosy, Scavo Manuela, Sassi Sara, Bonacina Sergio, Biglieni Diego, Ghezzi Santino, Manzoni Graziano, Lodetti Emilio, Caglioni Massimo, Benecchi Paolo, Fontana Maurizio.

CentroDestra Insieme per Treviolo
Sindaco: FABIANO ZANCHI
Consiglieri: Giorgio Contini, Attilio Monopoli, Valter Foiadelli, Laura Bonalumi, Diego Maffei, Marta Roncalli, Salvatore Ranucci, Delia Albergoni, Simone Cerea, Doris Gotti, Gabriele Biava, Daniela Ciceri, Daniele Cappellano, Federica Plati, Patrick Bonacina.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.