BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bimba di 9 anni cade dalla finestra e muore: terza tragedia simile a Zingonia

Nel 2015 un bambino di 10 anni, l'anno scorso una di 3 che poi si salvò. Domenica Yuqi Jin: stava facendo i compiti nella sua cameretta

Più informazioni su

Quella di Yuqi Jin, la piccola e dolce bimba cinese di 9 anni morta cadendo dalla finestra di casa domenica 19 maggio a Verdellino, è una tragedia che lascia sgomenti e attoniti. E purtroppo non è la sola ma la terza simile in pochi anni nella zona di Zingonia.

Il 7 ottobre del 2015 era toccato al piccolo Mamadou Fall, bimbo senegalese di 10 anni precipitato dal balcone di un appartamento all’ottavo piano della torre 4C, uno dei palazzoni di via Oleandri e morto dopo essersi schiantato al suolo. L’anno scorso, sempre a ottobre ma il giorno 4, un’altra piccola, sempre senegalese, di soli 3 anni, era caduta dal balcone di casa in corso Asia a Verdellino dopo essere salita in piedi sul sellino della sua bicicletta, e per fortuna, nonostante le gravi lesioni, si salvò.

Domenica un altro incidente, mortale. Erano circa le 15.30 quando Yuqi Jin, 9 anni, di origine cinese, stava facendo i compiti nella sua cameretta dell’appartamento al quarto piano di via Fermi 1, in cui viveva con la mamma casalinga, il papà operaio e una sorella di 16 anni. La bimba frequentava la quarta elementare alla scuola primaria di Zingonia.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del comando di Treviglio, in quel momento ha sentito un’auto arrivare e si è affacciata alla finestra per controllare chi era.  Non riuscendo a vedere, si è sporta un po’ troppo, fino a perdere l’equilibrio e cadere nel vuoto.

Dopo un volo di una quindicina di metri, il suo corpicino si è schiantato al suolo. Gravissime le lesioni riportate. La bimba è spirata nel giro di pochi istanti, sotto gli occhi disperati dei familiari. Inutile l’intervento sul posto dei sanitari del 118 a bordo di un’ambulanza e un’automedica da Boltiere.

La salma è stata composta nella camera mortuaria dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Il pubblico ministero Maria Esposito ha disposto l’autopsia per chiarire meglio come sono andate le cose. Non ci sono comunque sospettati al momento. In casa era tutto in ordine e non ci sarebbero elementi che facciano pensare a una dinamica diversa da quella della tragica fatalità. Un passante, un giovane della zona, ha assistito alla scena e ha fornito la sua testimonianza.

Sul luogo dell’incidente è accorso anche Silvano Zanoli, sindaco di Verdellino: “L’intera comunità è scossa per questa tragedia che colpisce une giovane vita, e purtroppo non è la prima nella zona – le sue parole – . Siamo vicini alla famiglia della piccola, tutte persone perbene e perfettamente integrate nel nostro paese”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.