BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Parcheggio ex gasometro, sistema in tilt mercoledì sera: clienti intrappolati

Imprevisto per una decina di clienti della nuova area di sosta tra via Gavazzeni e via San Giovanni Bianco: un guasto ha mandato fuori uso le casse.

Più informazioni su

Una serata in centro e poi, attorno a mezzanotte e mezza, il ritorno alla macchina per rientrare a casa: tutto normale se il sistema del nuovo parcheggio dell’ex gasometro alla Malpensata non fosse andato in tilt, imprigionando una decina di persone.

Sconosciute, al momento, le cause del guasto che ha mandato fuori uso i totem per il pagamento: così i clienti dell’area di sosta, oltre 300 posti tra via Gavazzeni e via San Giovanni Bosco e aperta h24, non hanno potuto ottenere il via libera per l’uscita, con le sbarre che sono rimaste bloccate e con i led rossi accesi.

Parcheggio ex gasometro bloccato

Stupiti e increduli, dopo aver capito che in loco non c’era molto da fare, si sono attivati per trovare aiuto: da Atb, che ha il parcheggio in concessione per 9 anni, alla polizia locale di Bergamo, fino ai carabinieri e i vigili del fuoco.

Tutti tentativi vani, così come quello del tasto “sos” che non ha dato segnali di vita hanno spiegato le persone bloccate in una trentina di macchine.

Tutto fa pensare a un problema tecnologico: il parcheggio è di ultimissima generazione ed è dotato di un sistema di rilevamento targhe che sostituisce il rilascio del biglietto. Per uscire il cliente deve digitare sullo schermo della cassa il proprio numero di targa che, una volta effettuato il pagamento, è riconosciuto automaticamente dal sistema una volta arrivati in prossimità del varco d’uscita.

Qualcosa, però, deve essere andato storto: a una settimana dalla sua apertura non un bel segnale. All’una e trenta, dopo molte telefonate, sul posto si è presentato il direttore di Atb Gianni Scarfone che si è scusato per il disagio. All’ennesimo tentativo sul pulsante Sos una delle due sbarre si è alzata e alcune vetture hanno potuto lasciare il parcheggio.

 

 

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gianercole Giudici

    Il pulsante SOS per essere considerato emergenza dovrebbe essere completamente separato dal resto dell apparecchiatura, sia come ubicazione che alimentazione elettrica che dovrebbe essere fornita da un UPS separato dal resto. Inoltre dall altro lato ci dovrebbe essere qualcuno in grado di intervenire possibilmente in tempi rapidi.