BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, che peccato: ma ora ci sono due finali da vincere

Fa male perdere in questo modo con la Lazio: determinanti il rigore non fischiato e la serata storta di qualche big. Ora sotto con Juve e Sassuolo

Finisce con i giocatori dell’Atalanta impietriti davanti ai 21mila tifosi bergamaschi che, nonostante la sconfitta, li festeggiano, comunque entusiasti per la loro squadra, per come si è battuta.

Però… È una finale amarissima. L’Atalanta non è riuscita a essere brillante come in altre occasioni, paga la serata poco felice di Ilicic e Zapata. Ma visto che le finali, sempre molto equilibrate, si decidono su episodi è comprensibilissimo lo sfogo di Gasperini nel dopo partita, per quel fallo di mano di Bastos che probabilmente toglie un gol all’Atalanta, sicuramente un rigore e un’espulsione. E a quel punto (25′ del primo tempo) la finale avrebbe potuto prendere un’altra piega.

La Lazio è stata più furba. Ha subito preso di mira Gomez e Ilicic con il gioco duro e soprattutto lo sloveno ha finito per restare tagliato fuori dalla partita, non riuscendo a incidere come è capace. Sottotono anche Zapata.

Tuttavia fino a un quarto d’ora dalla fine la partita era rimasta in equilibrio, molto bloccata anche perché gli esterni nerazzurri non trovavano sbocco. Poi Inzaghi, sempre pronto a protestare su qualsiasi episodio, ha calato l’asso. E Milinkovic l’ha ripagato.

Prevedibile che la partita venisse risolta da chi riusciva a sbloccarla.

Ora l’Atalanta deve riprendere il filo delle emozioni e ripartire dai suoi 21mila tifosi che l’hanno seguita fino a Roma e rimettersi a remare e giocare come sa fin dalla prossima partita sul campo della Juve. Sarà dura ma bisogna ripartire, questa Atalanta merita un grande traguardo.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.