BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blu Basket Treviglio

Informazione Pubblicitaria

Secondo turno dei playoff, la Remer vince gara 2 contro Verona: la serie torna in parità

La partita, disputata martedì 14 maggio al PalaFacchetti di treviglio, è terminata 65 a 61.

Nella gara 2 del secondo turno dei playoff di serie A2 disputata martedì 14 maggio al PalaFacchetti la Remer Treviglio ha prevalso su Verona. La vittoria del match, terminato 65-61, riporta in parità la serie.

Ecco le informazioni sulla partita.

Remer Blu Basket Treviglio: Ursulo D’Almeida 19 (4/5, 1/2), Mattia Palumbo 14 (2/2, 3/7), Lorenzo Caroti 10 (4/9, 0/6), Davide Reati 9 (1/1, 2/7), Chris Roberts 8 (1/3, 1/6), Mitja Nikolic 3 (0/0, 1/7), Jacopo Borra 2 (1/4, 0/0), Andrea Pecchia 0 (0/0, 0/2), Edoardo Tiberti 0 (0/0, 0/0), Luca Manenti 0 (0/0, 0/0), Andrea Siciliano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 17 – Rimbalzi: 35 10 + 25 (Davide Reati 7) – Assist: 10 (Jacopo Borra 3)

Tezenis Verona: Francesco Candussi 21 (4/6, 3/5), Jazzmarr Ferguson 13 (3/7, 1/4), Mitchell Poletti 11 (1/6, 1/2), Aleksander Vujacic 10 (1/5, 1/6), Giovanni Severini 2 (1/1, 0/2), Iris Ikangi 2 (1/3, 0/3), Andrea Quarisa 2 (1/2, 0/0), Mattia Udom 0 (0/1, 0/0), Francesco Oboe 0 (0/0, 0/0), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0), Andrea Amato 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 25 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Francesco Candussi, Jazzmarr Ferguson, Mitchell Poletti 7) – Assist: 15 (Aleksander Vujacic 7)
Spettatori: 1963

Remer

Serie A2 – quarti di finale play off – gara 2

Remer Treviglio – Tezenis Verona 65-61

Per la Remer occasione di riscatto dopo gara 1 che l’ha vista iniziare la serie in salita con la caduta sotto la grandinata di triple prodotta da Verona. A confronto stasera la voglia di riscatto dei ragazzi di Vertemati ed il pragmatismo di coach Dalmonte e dei gialloblu (seguiti anche stasera da un nutrito gruppo di tifosi).
Starting five con capitan Pecchia (che fa il debutto in questi play off), Nikolic, Caroti, Roberts, Borra. Verona scende in capo con Ferguson, Vujacic, Poletti, Candussi, Severini.

Primo possesso sprecato da Verona che si fa cogliere con palla in mano ai 24”. Candussi rompe gli equilibri dopo un tentativo di Caroti. Ancora Candussi apre la sequenza dei tiri dalla lunga. Per Treviglio si sblocca il risultato con Caroti. Arriva poi la conclusione dall’area di Vujacic. Pecchia prende in sequenza un rimbalzo ed un fallo. La lotta tra Poletti e Borra porta il 4 veronese in lunetta per i primi due punti dai tiri liberi (+7). La tripla di Ferguson costringe Vertemati al primo timeout sul 2-12. Con un 1 su 10 tentativi dal campo la Remer continua a trovare estrema difficoltà a realizzare, fino alla tripla dalla punta di Palumbo che se non altro interrompe la sterilità biancoblu. A -3’34” Verona va in bonus. Con la tripla in allontanamento di Poletti Verona però tenta la fuga. Palumbo lotta sotto le plance ed appoggia a canestro. Altra palla recuperata da Palumbo che innesca Nikolic per la prima tripla. Risponde subito Vujacic. Reati prova la soluzione dalla lunga senza fortuna commettendo poi fallo su Ferguson. A -1’ Verona sempre avanti di 7. Con Treviglio in bonus Ferguson porta in dote altri due punti dalla lunetta. D’Almeida e Tiberti pasticciano in attacco mentre Poletti non sbaglia dallo smile. Finalmente arrivano due liberi anche per Treviglio con Caroti (2 su 2). Ikangi sull’ultimo attacco prova la tripla che non tocca neppure il ferro e si va al riposo con un eloquente 21-12 per Verona e con altrettanto netto 47 a 25 dal campo sempre per gli scaligeri.

Seconda frazione. Come nel primo tempo azione iniziale di Verona che si spegne sulla sirena dei 24”. Una penetrazione di Roberts viene interrotta fallosamente ma Chris fa solo 1 su 2 dalla lunetta. La bomba di Ferguson non va e sul capovolgimento di fronte Reati porta a casa un gioco da 3 (fallo e canestro con libero trasformato). S’innesca anche Severini fino a questo momento a secco. Ancora Palumbo dalla lunga per il -4. D’Almeida difende bene e per Verona arriva una palla persa. Caroti dal pitturato appoggia morbido per il -2. Dalmonte chiama timeout. Con Nikolic e Roberts fuori continua il momento si di Treviglio che si concretizza nel pareggio di D’Almeida. Assist di Borra e D’Almeida appoggia nuovamente a canestro per il primo vantaggio trevigliese nella serie! Borra sbaglia incredibilmente da sotto. Un D’Almeida scatenato si procura un fallo che trasforma in 2 punti dalla lunetta. Si rivede Candussi dalla media. A -3’24” Treviglio va in bonus. Poletti di esperienza si prende un fallo da Palumbo su tiro dalla lunga ma dalla lunetta per il 4 veronese arriva solo un punto. D’Almeida ancora a segno con una tripla che viene vanificata dal terzo fallo che lo costringe a tornare in panchina nel suo momento migliore. Vujacic ne approfitta dalla carità per accorciare. Candussi buca ancora la retina dalla lunga e Verona è nuovamente avanti. La fisicità ospite porta Palumbo in lunetta (1 su 2). A -1’15” scandalosa decisione arbitrale con un fallo di sfondamento di Poletti trasformato in fallo di Pecchia (2 su 2). Borra risponde in tap in ma Candussi è ancora letale dalla lunga e si va all’intervallo con Verona avanti di 4 ma con Treviglio ancora pienamente in gara visto che la frazione la chiude comunque con un incoraggiante 21-16 a suo favore.

Terzo periodo. Si riparte con un no look di Vujacic per Ferguson che appoggia comodo. Finalmente si vede Roberts dalla lunga. Poletti continua ad imperversare sotto canestro. Sottomano di Caroti . Palumbo piedi a terra mette dentro la tripla del nuovo pareggio. Poletti nuovamente in lunetta (0 su 2). Palumbo e Vujacic in sequenza falliscono dalla lunga poi è Caroti a trasformare dal pitturato. Continuano i fischi contestati contro Treviglio ma ormai questo è il metro della gara. Palumbo si sbuccia le ginocchia su Poletti che poi non trasforma facile da sotto così Ferguson contrastato da un grande Palumbo. Anche Andrea devastante su Vujacic e vantaggio di +4. Poletti nuovamente in lunetta (2 su 2). A -5’11” Treviglio va in bonus. Palumbo e Borra vanno in sequenza a tre falli poi è Candussi a fatturare due punti dalla carità per il nuovo pareggio 45-45. La tripla di Reati rompe nuovamente l’equilibrio. Finalmente arriva un fallo in attacco sanzionato a Verona. In sequenza Reati si palleggia sui piedi e Poletti va in infrazione di passi. L’assist di Roberts per D’Almeida dà il massimo vantaggio a Treviglio (+5). Con Caroti al suo terzo fallo arrivano due liberi per Ferguson (2 su 2). Il rimbalzo offensivo di D’Almeida gli frutta un fallo ed un giro in lunetta (2 su 2). Ursulo scatenato ruba palla a metà campo e s’invola per la schiacciata del +7. D’Almeida ancora protagonista dalla lunetta (2 su 2) per il +9. Treviglio ora trova ottime difese e grande aggressività in attacco. Vujacic prova ad interrompere l’inerzia con un 2 su 2 dalla lunetta. La frazione si chiude con un meritatissimo 23-12 per Treviglio.

Quarto periodo. Prova subito Nikolic dalla lunga ma per lo sloveno non è serata. Verona perde palla e Severini si prende un antisportivo con Roberts che va in lunetta (2 su 2). Due tentativi ravvicinati di Poletti non vanno a buon fine mentre per Treviglio è ancora Nikolic a fallire dalla lunga. Verona chiama timeout con le due squadre che ora cominciano a pagare la tensione ed un po’ di comprensibile stanchezza con giocate meno fluide. Il tentativo di Pecchia si blocca sul ferro. Bello il lob di Ikangi. Continua il momento di sterilità e Vertemati chiama timeout a -6’17” sul +7. D’Almeida toglie dal canestro un appoggio comodo di Ferguson. Arriva anche il quarto fallo di Nikolic. Ferguson trova comunque la conclusione da sotto su assist di Poletti. Verona va in bonus a -4’40”.

Ancora Ferguson dal pitturato ed ora Verona è nuovamente ad un possesso. Ci pensa Reati con la sua tripla a congelare la rimonta scaligera. Candussi lotta sotto canestro ed appoggia due punti vitali per i suoi (-4). Il contropiede di Vujacic genera un fallo contestato da Reati e per Candussi arrivano due punti dalla carità (-2). Reati prova la bomba senza esito mentre per Verona arrivano canestro e fallo di Candussi. Il 13 veronese non trasforma il libero. Il pareggio a -39” porta le due squadre dai rispettivi coach per disegnare gli ultimi attacchi. Roberts gioca con il cronometro, s’incunea e realizza un tiro difficilissimo. Timeout Verona a -28”. Ancora D’Almeida sontuoso su rimbalzo difensivo a recuperare il tiro di Vujacic. Per Ursulo lunetta e freddezza da veterano (2 su 2) e +4.

L’ultimo tiro di Candussi non va e Roberts cattura il pallone che vuol dire vittoria. Un’ultima frazione sterile non ostacola Treviglio che mette in campo tutte le energie rimaste e meritatamente riporta in parità la serie. Oggi mvp D’Almeida con 29 di valutazione. Bene anche Mattia Palumbo e Caroti, mentre sono mancati i punti di Roberts e Nikolic. Minuti importanti per capitan Pecchia. Per Verona efficaci Candussi e Ferguson. La serie si sposta ora a Verona dove si preannuncia battaglia se la Remer sarà quella di questa sera. Chiudo sottolineando l’applauso dei Rangers ai tifosi di Verona per la correttezza dimostrata in queste due gare: scena che fa bene al basket e che vorremmo vedere più spesso nei palazzetti.

Giuseppe De Carli

Ecco il calendario.

QUARTI DI FINALE PLAYOFF SERIE A2 OLD WILD WEST

GARA 2 – Martedì 14 maggio
De’ Longhi Treviso-Zeus Energy Group Rieti 80-63 (Serie: 2-0 Treviso)

Gara 3: 17/05/2019 21:00 Zeus Energy Group Rieti-De’ Longhi Treviso

Remer Blu Basket Treviglio-Tezenis Verona 65-61 (Serie: 1-1)
Gara 3: 17/05/2019 20:45 Tezenis Verona-Remer Blu Basket Treviglio (diretta su Sportitalia)

XL Extralight Montegranaro-Bergamo 73-75 (Serie: 1-1)
Gara 3: 17/05/2019 20:30 Bergamo-XL Extralight Montegranaro

Per tutte le informazioni sui playoff di Serie A2 Old Wild West (tabellone, formula, calendari) clicca qui.

 

SECONDO TURNO PLAYOUT SERIE A2 OLD WILD WEST

GARA 2

Bakery Piacenza-Axpo Legnano 84-88 d. 1 t.s. (Serie: 1-1)
Gara 3: 17/05/2019 20:30 Axpo Legnano-Bakery Piacenza

Per tutte le informazioni sui playout di Serie A2 Old Wild West (tabellone, formula, calendari) clicca qui.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.