BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Romano, Sebastian Nicoli tenta il bis: “Ancora più motivato di cinque anni fa”

Il sindaco uscente conferma quasi in toto la squadra che l'ha supportato nell'ultimo mandato: "Il mio lavoro deve continuare"

Il prossimo 26 maggio l’uscente sindaco Sebastian Nicoli tenterà il bis. Supportato da due liste: Partito Democratico e “Lista civica Nicoli Sindaco”, l’attuale primo cittadino proverà a strappare cosi il suo secondo mandato consecutivo. Con una squadra riconfermata quasi in toto Nicoli chiederà quindi agli elettori romanesi di confermare il voto che già cinque anni fa gli valse la poltrona si sindaco.

Cosa l’ha spinta a ricandidarsi?
La consapevolezza che, pur avendo realizzato diversi obiettivi che ci siamo posti cinque anni fa, ci sono ancora diverse cose da realizzare nella città di Romano. Ho sentito ancora tanta energia, idee, progetti da parte delle persone con cui ho lavorato in questi anni e quindi ho ridato la mia disponibilità e messo a disposizione la mia voglia di fare che è ancora più forte di cinque anni fa.

Quali sono i principali problemi di Romano attualmente?
Ce ne sono diversi. Sicuramente occorre sistemare alcuni aspetti della viabilità. La rivitalizzazione di un centro storico bellissimo ma che richiede nuovi progetti e incentivi perché venga abitato e rappresenti un “centro commerciale” all’aperto. Sul tema sicurezza occorre tenere sempre alta la guardia investendo continuamente in risorse così come abbiamo fatto costantemente in questi anni. Le nostre scuole hanno bisogno di interventi fondamentali e anche per quanto riguarda lo sport occorre realizzare nuovi interventi.

Sebastian Nicoli Romano di Lombardia

E come si potrebbe risolverli?
Nel nostro programma abbiamo come obiettivo il completamento del ring, soluzioni che favoriscano la mobilità dolce, lavorare con la Provincia per una strada che possa collegarci a Bergamo in modo più veloce rispetto ad ora. Per il centro storico occorrerà mettere in campo forme di incentivazione fiscale per la valorizzazione dell’abitato e metteremo a disposizione una regia sostenuta dal Comune per il centro commerciale all’aperto. Per quanto riguarda la sicurezza, oltre ad aver dato una nuova sede alla Polizia Locale, continueremo ad investire in risorse tecnologiche e, se ci saranno gli spazi per farlo, in risorse umane. In questi anni abbiamo rivoluzionato il sistema di videosorveglianza in città investendo almeno 300.000 euro, continueremo a farlo. Cercheremo finanziamenti per l’edilizia scolastica per poter costruire una nuova scuola “Fermi” mentre abbiamo già assunto due impegni precisi per lo sport: sintetico al campo comunale San Defendente – adattandolo anche per il rugby – e rifacimento pressoché completo della Piscina Comunale in due fasi: estati 2020 e 2021. Cercheremo anche una forma di partenariato pubblico-privato per un palazzetto dello sport: le nostre palestre sono ormai insufficienti per le numerosissime proposte sportive del territorio.

C’è un punto in particolare nel programma degli altri candidati che trova interessante e che potrebbe attuare anche lei?
Onestamente faccio un po’ fatica. Mi sembra che gli altri si siano fortemente ispirati alle nostre idee e progetti. Ho anche notato che alcune proposte sono state scritte ignorando, a volte, che sono già in fase di progettazione o realizzazione. Ma in fondo va bene così: stiamo guardando la stessa città dopotutto.

C’è un’opera pubblica in particolare che vorrebbe realizzare a Romano in caso di vittoria?
La scuola Fermi. È un’emergenza ormai.

E la cosa più importante che vorrebbe realizzare nei primi 100 giorni di mandato?
Non cosa vorremmo realizzare ma, piuttosto, cosa sicuramente realizzeremmo visto che è un impegno preciso che abbiamo preso nel nostro programma: finanziamento del sintetico al campo San Defendente e finanziamento dei lavori per l’apertura dei camminamenti della Rocca viscontea.

Romano ad oggi è una città attrattiva? E cosa andrebbe eventualmente fatto per migliorare la situazione?
In questi anni crediamo di aver contribuito a farla tornare ad esser una città viva e dinamica, specialmente con un’attenzione particolare ai giovani. Non basta: abbiamo un potenziale molto interessante: chi visita Romano per la prima volta rimane colpito, per esempio, dalla bellezza del suo centro storico. Dobbiamo lavorare per elevare questo potenziale e promuovere Romano come una città che vale la pena conoscere, scoprire e, perché no, viverci.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.