Litigano in auto, parte un colpo di pistola: 19enne grave in ospedale - BergamoNews
A villa d'adda

Litigano in auto, parte un colpo di pistola: 19enne grave in ospedale

La vittima è di origine magrebina, da poco in Italia. Chi ha sparato è fuggito a piedi

Tentato omicidio nella serata di martedì 14 maggio a Villa d’Adda. La dinamica è ancora al vaglio dei carabinieri della stazione di Calusco.

Secondo le prime informazioni, intorno alle 21.40 due persone di origine magrebina avrebbero avuto un acceso litigio all’interno di una Bmw Serie 1 mentre stavano percorrendo via delle Industrie. All’improvviso uno dei due ha estratto una pistola e ha esploso un colpo contro il rivale, un 19enne in Italia da pochi mesi, colpendolo al volto.

L’uomo che ha sparato è sceso dalla vettura ed è scappato a piedi, abbandonando il ferito all’interno dell’abitacolo, proprio in mezzo alla carreggiata. Alcuni passanti hanno notato prima l’auto danneggiata dal proiettile e poi il giovane ferito all’interno.

Hanno quindi lanciato l’allarme. Sul posto sono intervenute un’ambulanza e un’automedica. Il 19enne, senza precedenti penali, è stato trasportato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dove è ricoverato in coma farmacologico.

Poco dopo sono giunti anche i militari, che hanno ricostruito quanto accaduto e hanno iniziato le ricerche del fuggitivo. Oscuro il movente da cui è scaturita la discussione. Non è escluso lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it