BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fino del Monte, il sindaco uscente Oprandi cede il posto a Scandella

Scandella, 37 anni, geometra, non è un volto nuovo in paese: negli ultimi anni ha ricoperto il ruolo di assessore all’edilizia privata e ai lavori pubblici.

Il sindaco uscente di Fino del Monte Matteo Oprandi, dopo due mandati alla guida della sua lista civica “Progetto per Fino”, non si ricandida.

Al suo posto, in vista delle elezioni di domenica 26 maggio, si presenta Giulio Scandella che capitanerà sempre la stessa lista, “Progetto per Fino”.

Scandella, 37 anni, geometra, non è un volto nuovo in paese: negli ultimi anni ha ricoperto il ruolo di assessore all’edilizia privata e ai lavori pubblici.

“Siamo una squadra piena di entusiasmo – spiega il candidato sindaco Giulio Scandella -, con tanta voglia di mettersi in gioco e a disposizione del proprio comune. Per il nostro gruppo sono stati dieci anni intensi, duranti i quali è stata raggiunta buona parte degli obiettivi che ci eravamo prefissati. In vista del prossimo mandato, abbiamo elaborato un programma concreto con un occhio di riguardo alle politiche sociali, ai servizi alla persona e all’istruzione; istruzione su cui questa amministrazione ha puntato moltissimo con importanti investimenti sulla scuola primaria che hanno dato i loro frutti ed hanno aiutato ad incrementare notevolmente il numero di iscritti.

È doveroso un ringraziamento agli amministratori che, pur continuando a rimanere nel nostro gruppo, hanno deciso di non ricandidarsi permettendo così ai giovani di provare l’esperienza amministrativa. Un grazie, quindi, va al sindaco uscente Matteo Oprandi, al vicesindaco Germano Meloncelli e ai consiglieri Luca Poloni e Remigio Oprandi per il lavoro svolto in questi anni ed il tempo dedicato alla gestione del nostro comune”.

Fondamentale, per Fino del Monte, l’unione dei comuni: la gestione associata di alcune funzioni è indispensabile; permette ai cittadini di usufruire di servizi che altrimenti, da solo, non sarebbe in grado di erogare. Basti pensare all’ufficio tecnico, alla polizia locale e ai servizi sociali: strutture ottimamente organizzate che garantiscono efficienza e omogeneità di funzionamento su tutto il territorio. La squadra di Scandella è quindi intenzionata a proseguire sulla strada già tracciata in modo da garantire al cittadino un servizio di alto livello.

“L’amministrazione, mediante i servizi sociali e grazie a una fitta rete di volontariato, assicura l’assistenza ai propri abitanti, il sostegno alla famiglia, agli anziani, ai minori e alle persone con disabilità. Ci impegneremo a dar seguito alle attività educative, ludiche e culturali già in corso, nonché a sostenere chi desidera proporne di nuove approfondendo le tradizioni e i valori artistico-ambientali del nostro territorio. Riveste particolare attenzione anche l’aiuto alle persone con disabilità e alle loro famiglie: proseguiremo con l’eliminazione delle barriere architettoniche per rendere gli spazi più accessibili e, sulla scorta di quanto già realizzato al parco Rès, implementeremo la dotazione di giochi inclusivi nei parchi pubblici. Gli anziani rappresentano una risorsa per il nostro paese e sono protagonisti attivi della comunità: promuoveremo iniziative che sappiano valorizzarli coinvolgendoli in attività ricreative e progetti che offrano la possibilità di confrontarsi con i giovani per uno scambio virtuoso di esperienze. Particolare attenzione sarà data agli anziani parzialmente, o non autosufficienti, implementando il già noto servizio di assistenza domiciliare.

Per quanto riguarda i giovani, invece, promuoveremo un concorso dedicato ai diciottenni: annualmente riceveranno un sostegno economico dal comune per lo sviluppo di un progetto di natura ambientale, civica, sociale o culturale.”

Nel programma della lista “Progetto per Fino” si presta molta attenzione all’istruzione: “Stiamo valutando la fattibilità e l’interesse dei genitori nell’implementazione dell’offerta formativa con uno spazio compiti gestito all’interno dell’edificio scolastico nelle giornate non occupate dalle lezioni pomeridiane. Per quanto riguarda la struttura è in programma la realizzazione di due nuove aule: una multimediale di informatica e una di immagine per garantire un servizio efficiente. Sarebbe nostra intenzione istituire anche il consiglio comunale dei ragazzi che avrà funzioni propositive su temi e problemi che riguardano le esigenze e le istanze provenienti dal mondo giovanile. Continuerà l’erogazione dei contributi per l’acquisto libri per coloro che frequentano la prima media e quello del trasporto pubblico per tutti i ragazzi delle scuole medie; proseguirà anche l’assegnazione delle borse di studio ai ragazzi delle scuole superiori e agli universitari”.

Molto ricco anche il programma delle opere pubbliche: si prevede la riorganizzazione dello spazio verde e dei percorsi pedonali nell’area che separa il territorio di Rovetta da quello di Fino del Monte, il completamento della porzione sud del cimitero, riorganizzazione del percorso vita situato all’interno del parco Rès con l’abbattimento delle barriere architettoniche, l’implementazione dei punti di ricarica per le auto elettriche con nuove colonnine e una costante manutenzione stradale.

“Importante è lo svincolo della Laca: l’opera permetterebbe il collegamento diretto tra la via da Fin alla provinciale per Castione della Presolana. In Regione e in Provincia è passata in secondo piano, ma manterremo alta l’attenzione degli enti sovracomunali sull’infrastruttura. Con la costante crescita del numero degli iscritti nella nostra scuola si è posto il problema della riorganizzazione dei parcheggi nelle vicinanze dell’edificio scolastico: valuteremo tutte le soluzioni atte a risolvere le difficoltà riscontrate. Altro obiettivo riguarda l’efficientamento degli impianti di illuminazione pubblica mediante la sostituzione dei corpi illuminanti con nuove lampade a led che permetterebbero un considerevole risparmio energetico”.

Altri punti della lista di Giulio Scandella riguardano lo sport, le politiche giovanili, la biblioteca e i servizi di informazione.

La lista civica “Progetto per Fino” guidata da Giulio Scandella è composta da: Matteo Bellini (20 anni, studente universitario di agraria e membro direttivo della Pro Loco), Lara Benzoni (45 anni, impiegata), Simona Pedrocchi (39 anni, impiegata), Michele Poloni (29 anni, operario e presidente dell’associazione sportiva Finese), Ezio Ranza (34 anni, grafico), Agostino Rossi (43 anni, operario specializzato), Andrea Scandella (20 anni, studente universitario di scienze psicologiche), Giacomo Scandella (54 anni, funzionario di banca e consigliere comunale con delega al bilancio), Greta Scandella (31 anni, impiegata e consigliere comunale con delega all’istruzione e cultura) e Stefano Scandella (35 anni, geometra e consigliere comunale con delega al territorio e ambiente).

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.