BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gruppo Auchan a Conad, la Cgil chiede chiarezza sui piani occupazionali

Colleoni, Filcams: “Per i tre punti vendita di Bergamo, Curno e Antegnate, come per i supermercati Simply, monitoreremo con attenzione"

Sarebbero poco meno di 700 i lavoratori coinvolti nella provincia di Bergamo dalla cessione a Conad del Gruppo Auchan Retail Italia, fra i tre supermercati a Curno, Antegnate e nel capoluogo Bergamo, più i punti vendita SMA Simply, sempre parte del gruppo. Con questa operazione Conad si propone come nuovo leader del mercato della distribuzione moderna e organizzata. A livello nazionale Auchan cede 46 ipermercati e circa 230 supermercati (che fanno capo alla controllata SMA Simply). Il gruppo registra ormai da tempo forti difficoltà economiche e perdite in termini di vendite che hanno determinato negli ultimi due anni la chiusura o la cessione a terzi di diversi punti vendita.

“Chiediamo a Conad di fare immediata chiarezza in merito ai piani occupazionali e commerciali che intende adottare – ha commentato Mario Colleoni, segretario generale della Filcams Cgil di Bergamo – Abbiamo l’esigenza di avere rassicurazioni immediate rispetto al futuro delle lavoratrici e dei lavoratori che operano nei vari punti vendita. Insieme ai funzionari Nicholas Pezzè e Giuseppe Errico che seguono per il sindacato i negozi Auchan della bergamasca cercheremo di tenere monitorato il più possibile questo passaggio delicato da un Gruppo all’altro. Coordinandoci con la Filcams Cgil nazionale, valuteremo ogni iniziativa che servirà per avere un’interlocuzione immeditata con la nuova proprietà che ha il dovere di illustrare le strategie che intende definire anche a livello locale. È anche fondamentale che la politica ponga tutta l’attenzione necessaria a questa vicenda per evitare che i costi di quest’operazione si scarichino sui lavoratori. Va evitato a tutti i costi che il territorio subisca un impatto sociale negativo. Ci auguriamo che Conad faccia prevalere il senso di responsabilità nella gestione dell’operazione nel suo complesso e che metta al centro del suo progetto commerciale i lavoratori e le lavoratrici”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.