BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

È l’ora dei talli d’aglio: fanno bene e son buoni con spaghetti e peperoncino

Reperibili in questo periodo, sono il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco.

Sapete che cosa sono i talli d’aglio? Dei germogli floreali che crescono al centro di questa pianta quando è in piena maturazione, solitamente in primavera. Reperibili in questo periodo, sono il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco e, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia, si possono trovare in buoni quantitativi.

Hanno le stesse proprietà dell’aglio: sono ricchi di vitamina C e aiutano l’organismo rafforzando le difese immunitarie, svolgono un azione antibatterica e detossicante, oltre a contribuire ad abbassare la pressione arteriosa e il colesterolo.

In cucina si possono consumare sia crudi, in insalata sia bolliti e in questo caso sono indicati per insaporire un ottimo risotto o pastasciutta, ma anche per accompagnare una salsa o purea di verdure. In alternativa, è possibile tagliarli a pezzetti e farli saltare in padella con dolio o burro, diventando una gustosa base per frittate e torte salate. Per pulirli basta tagliate 1 cm della base del fusto e asportate la parte finale del cilindretto dalla pallina in cima, sciacquarli sotto acqua corrente e tamponarli con un canovaccio.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, è solo il calendario a ricordarci che siamo in primavera perché le temperature di questi ultimi giorni, soprattutto quelle minime, sono quelle di un autunno piuttosto freddo, condizioni climatiche che poco stimolano i consumi delle nuove specie di generi ortofrutticoli che si affacciamo sulla piazza.

Si fa sempre più insistente l’offerta di albicocche, Mogador e Colorado le varietà provenienti della penisola iberica attualmente disponibili: buona la pezzatura dei frutti e il colore, ma il grado zuccherino e conseguentemente il sapore possono ancora migliorare.
Intanto, un nuovo assestamento delle quotazioni per le nespole giapponesi anch’esse con origine spagnola, determina prezzi in nuova diminuzione soprattutto per le pezzature medio-piccole.
Siamo agli inizi dell’offerta delle ciliegie, in gran parte di origine pugliese: la varietà Bigarreau è tra le più precoci, caratterizzata da una polpa molto tenera e una pezzatura medio-piccola, è disponibile con valori di mercato ancora piuttosto sostenuti in coerenza con i volumi limitati.

Dopo il brusco rincaro dei prezzi delle fragole rilevato sul finire della scorsa settimana, ora se ne evidenzia una cauta diminuzione. La varietà Candonga con origine Metapontina sta per passare il testimone a fragole raccolte in areali produttivi posti territorialmente più a nord Italia.

Si nota un forte ridimensionamento delle quotazioni di pesche e nettarine. Ancora una volta, a parità di calibro dei frutti, le prime paiono più convenienti delle seconde. Per entrambe l’origine è spagnola ed è poca la percentuale di raccolto nazionale. Nel complesso, l’aumento fisiologico dei quantitativi offerti porta con sé anche un miglioramento del livello qualitativo.

Sono piuttosto fermi i consumi dei meloni: in questo caso il rallentamento della richiesta è direttamente riconducibile all’andamento climatico. La disponibilità, comunque, è più che buona e per ora i luoghi d’origine sono Marocco e Sicilia: la merce nordafricana evidenzia un grado di maturazione più prossimo al consumo, mentre quella siciliana, comunque buonissima, è bene lasciarla riposare qualche giorno fuori dal frigorifero prima di consumarla.

È quasi azzerato l’interesse dei consumatori per le angurie, sempre per effetto delle temperature poco favorevoli al consumo di questo frutto.

Passando al comparto orticolo, si conferma più che buona l’offerta di asparagi, per i quali si assiste a un avvicendamento tra produzione del sud Italia e nuovo raccolto del centro nord. Quest’ultimo evidenzia caratteristiche qualitative di maggior freschezza che gli permette di spuntare prezzi migliori.

Si evince un tiepido ritorno di interesse dei consumatori per cavolfiori e broccoletti, sicuramente condizionato dall’anomalo andamento climatico. Per il cavolo verza la limitata offerta spinge i prezzi entro valori piuttosto anomali rispetto alla media della specie.

Per i fagiolini tipo boby, la presenza del prodotto siciliano sorpassa quello marocchino e l’aumento dell’offerta funge da naturale calmiere. E il livello qualitativo del raccolti nazionale è buonissimo.

In controtendenza rispetto a quanto rilevato la scorsa settimana, si denotano prezzi in forte contrazione per i peperoni, che si stabilizzeranno entro livelli più consoni alla stagione.

Per concludere, al momento il clima rigido che sta caratterizzando questi giorni sembra non condizionare l’offerta delle zucchine e quindi le loro quotazioni appaiono stabili e tutto sommato nella norma per il periodo. Anche in questo caso l’offerta del prodotto laziale sta cedendo il passo all’offerta di areali produttivi posti nelle regioni italiane settentrionali.

La ricetta della settimana (da Cosa ti preparo per cena)

Spaghetti, talli d’aglio e peperoncino

spaghetti talli d'aglio

Ingredienti
400 g di spaghetti
4 talli d’aglio
olio
peperoncino
prezzemolo
sale

La ricetta passo passo

Taglia i talli a rondelle e mettiti con due giri d’olio in una padella a rosolare per due minuti, poi aggiungi mezzo bicchiere d’acqua e fai evaporare.

Aggiungi il peperoncino e gli spaghetti cotti al dente

Spadella e servi con una spolverata di prezzemolo tritato.

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.