BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Con la spinta dei 600 tifosi sugli spalti, Curnasco batte Trealbe e sale in Seconda foto

Dopo l'iniziale vantaggio degli ospiti nel primo tempo, i padroni di casa non hanno mai mollato e nella ripresa la spinta dei tifosi gialloblu ha dato carica alla squadra, consentendo loro di acciuffare all'ultimo respiro il punto della gloria

Più informazioni su

È stata una domenica indimenticabile per il calcio treviolese, ma soprattutto per il G.S Curnasco che quasi allo scadere dei novanta minuti si aggiudica il derby con gli avversari di lunga data del Trealbe, acciuffando in extremis il pareggio che regala loro una storica promozione in Seconda categoria. Dopo circa vent’anni, la squadra allenata da Giorgio Locatelli risale la china e lo fa anche grazie a un pubblico che per tutto il tempo non ha smesso di crederci.

Anche per i circa 600 spettatori presenti al derby, si è trattato di un evento fuori dal comune. Non sono mancati fumogeni e bandiere a confermare la grandezza del match, vissuto da tifosi e non con tanto calore e agonismo tipico dei derby di Serie A.

Dopo l’iniziale vantaggio degli ospiti nel primo tempo, i padroni di casa non hanno mai mollato e nella ripresa la spinta dei tifosi gialloblu ha dato carica alla squadra, consentendo loro di acciuffare all’ultimo respiro il punto della gloria.

Dopo cinque minuti di recupero, al triplice fischio è bastato guardare al reazione dei protagonisti per rendersi conto dell’importanza del match: gli sconfitti a terra delusi e in lacrime da una parte, le urla di gioia dei padroni di casa e di alcuni tifosi che in preda all’euforia non ci hanno pensato due volte a scavalcare la rete per raggiungere la squadra in campo.

Una festa che poi si è protratta anche la sera, segno che questo sport a ogni livello pur nel suo piccolo, se giocato con passione e determinazione, può regalare immense emozioni.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.