BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blu Basket Treviglio

Informazione Pubblicitaria

Secondo turno dei playoff: Verona vince nella gara 1 contro la Remer

Nella partita disputata domenica 12 maggio al PalaFacchetti la Remer Treviglio è stata superata 77 a 85 dal Tezenis Verona.

Nella gara 1 del secondo turno dei playoff di serie A2 – girone ovest disputata domenica 12 maggio al PalaFacchetti, la Remer Treviglio è stata superata 77 a 85 dal Tezenis Verona.

Ecco tutte le informazioni sul match.

Remer Blu Basket Treviglio – Tezenis Verona 77-85 (19-27, 16-22, 16-16, 26-20)

Remer Blu Basket Treviglio: Chris Roberts 21 (3/4, 5/10), Lorenzo Caroti 14 (1/3, 2/10), Jacopo Borra 13 (6/11, 0/1), Davide Reati 9 (1/3, 1/4), Mitja Nikolic 8 (2/3, 1/6), Ursulo D’almeida 7 (2/3, 0/1), Mattia Palumbo 5 (1/3, 1/2), Edoardo Tiberti 0 (0/0, 0/0), Andrea Pecchia 0 (0/0, 0/0), Luca Manenti 0 (0/0, 0/0), Matteo Belotti 0 (0/0, 0/0), Andrea Siciliano 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 19 – Rimbalzi: 35 10 + 25 (Jacopo Borra 10) – Assist: 24 (Lorenzo Caroti 7)

Tezenis Verona: Giovanni Severini 16 (2/3, 4/9), Mattia Udom 16 (3/7, 2/7), Francesco Candussi 13 (3/3, 2/7), Mitchell Poletti 13 (3/4, 2/3), Andrea Amato 12 (3/3, 2/4), Jazzmarr Ferguson 9 (0/0, 3/5), Aleksander Vujacic 3 (0/2, 1/4), Iris Ikangi 3 (0/0, 1/1), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0), Francesco Oboe 0 (0/0, 0/0), Andrea Quarisa 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 6 / 11 – Rimbalzi: 32 5 + 27 (Francesco Candussi 7) – Assist: 18 (Andrea Amato 5)

Serie A2 – quarti di finale play off – gara 1

Remer Treviglio – Tezenis Verona 77-85

TROPPO FORTE VERONA DA OLTRE ARCO. PER LA REMER NON BASTA IL CUORE

Per Treviglio, già nella storia della società biancoblu, è giunto il momento di affrontare questi quarti di finale dei playoff, che la vede opposta alla Scaligera Verona di Vujacic (ex campione Nba) e Ferguson. Si rivede finalmente in panchina capitan Pecchia, salutato con un’ovazione, reduce dall’intervento al menisco che lo aveva estromesso nella serie contro Roseto. Da registrare la folta presenza di tifosi giunti da Verona che hanno contribuito stasera a superare le 2.000 presenze al Palafacchetti.

Si parte con i quintetti così composti: Borra, Caroti, Nikolic, Roberts, Reati per la Remer. Verona oppone Amato, Vujacic, Candussi, Severini, Poletti.

Primo possesso per Verona con Severini che scheggia il ferro. Lo stesso 28 si fa perdonare poco dopo con la prima tripla. Borra appoggia comodo per il -1. Le due squadre provano subito il tiro dalla lunga ed è ancora Severini che realizza tutto solo. Risponde Nikolic sempre dai 6 e 75. Anche Candussi s’iscrive con una tripla che sembra essere l’unica soluzione in campo. Caroti predica basket con l’assist per Borra che realizza da sotto. Anche Poletti s’iscrive a referto dal pitturato. Gloria per Reati sempre dalla lunga. Poletti raccoglie un tiro di Severini respinto dal ferro e guadagna un gioco da tre (libero realizzato). Altra azione fotocopia di Caroti suggeritore per Borra che appoggia comodo (-2). Amato trova il canestro con un tiro in allontanamento. Severini continua il suo show dalla lunga e Verona prova a scappare. Sull’ennesima bomba di Severini e sul -10 time out chiesto da Treviglio. Si esce dalla panchina con la tripla di Roberts. Severini non perdona neppure dal pitturato. Nell’ultimo minuto primi liberi per Treviglio con Caroti che fa 2 su 2. Anche Borra trova altri due punti in tap in. Ferguson fa vedere la sua classe e pur vanamente contrastato da Caroti trova la tripla sulla sirena. Parziale 27-19 per Verona.

Seconda frazione. Si parte con una palla persa di Candussi e la tripla di Roberts. Treviglio difende forte con Palumbo. Arrivano le triple di Udom e Ferguson interrotte solo da Borra che appoggia ancora da sotto. E’ solo un’illusione visto che arrivano in sequenza altre due triple di Amato e ancora di Ferguson (+15). Vertemati che è costretto a chiamare un altro time out a -6’42”. Il rimbalzo difensivo di Palumbo ed il fallo subito di D’Almeida portano Ursulo in lunetta (1 su 2). Lo replica Udom (2 su 2). S’inserisce bene in area Roberts che accorcia. Udom si fa largo in area con un probabile fallo di sfondamento che si trasforma incredibilmente in fallo di Caroti (2 su 2 dalla lunetta). Nikolic suggerisce per Borra che si porta a casa un gioco da 3 (tiro libero realizzato). Anche Candussi fa valere la sua fisicità guadagnando un giro in lunetta (1 su 2). Reati appoggia comodo per il -12. Ancora Reati vince il duello con Vujacic facendogli spendere il suo primo fallo. Dopo il time out chiesto da Verona, Davide va in lunetta (2 su 2). L’infrazione di 24” costringe Verona a cedere il possesso a Treviglio. Tre tentativi dei biancoblu non vanno a segno mentre sul fronte opposto anche Verona fallisce un primo tentativo, trovando poi ancora Severini pronto sotto le plance. A 1’ dal termine arriva il giro in lunetta per Nikolic (1 su 2). Per Vujacic solo retina dalla lunga e nuovo allungo scaligero. A 8” time out Verona. Sull’ultimo tiro Caroti prova invano la preghiera. Verona meritatamente avanti di 14 punti, frutto di un complessivo 50% dal campo e con ben 11 triple a segno.

Terzo periodo. Si riparte con il sottomano di Amato ma è pronta la risposta di Caroti dalla lunga. Poletti vince il duello con Nikolic. Candussi prosegue la sequela dei tiri da oltre arco. Si rivede Roberts da sotto. Arrivano tre falli consecutivi di Verona. Sul quarto arrivano tre liberi di Caroti per il tentativo dalla lunga vanamente ostacolato. Altro libero viene assegnato per un fallo tecnico fischiato a Dalmonte. Per Caroti un bel 4 su 4 che riporta la Remer a -12. Candussi in semi gancio ma Caroti è on fire e realizza un’altra tripla. Udom in penetrazione mette dentro un bel canestro. Per il 22 arriva anche un giro in lunetta (0 su 2) per fallo subito da Roberts. Grande azione difensiva di Borra su Vujacic, contropiede e schiacciata di Nikolic (-11). Candussi vanifica tutto con un sottomano. Clamorosa la svista arbitrale su palla uscita sul fondo di Verona e non rilevata. Treviglio risponde sul campo con un’altra schiacciata di Roberts. Arriva una tripla anche da Ikangi e Vertemati a -45” chiama time out.  Ferguson gioca con il cronometro e la frazione si chiude (parziale 16-16) con Verona sempre avanti di 14 punti ma con l’impressione che Treviglio possa ancora dire la sua in questa gara.

Quarto periodo. Udom riapre con l’aiuto del ferro. Risponde Palumbo appena dentro l’area. La tripla di Poletti vanifica gli sforzi di Treviglio. Tre possessi consecutivi Remer non portano punti. Amato accompagna Verona al massimo vantaggio (+20) costringendo Treviglio al time out. Si riparte con la penetrazione di Caroti che poco dopo si mangia un canestro già fatto in contropiede. Da un recupero offensivo di D’Almeida arriva la tripla di Roberts, che replica pochi secondi dopo per il -12. Ora è Dalmonte a chiamare time out. Altra tripla di Palumbo e ora Treviglio torna a crederci. Arriva il sottomano di Amato ma la Remer c’è. Candussi con un canestro e fallo prova a spegnere le speranze trevigliesi (tiro libero sbagliato). Vujacic fallisce da sotto e sul contropiede D’Almeida segna su schiacciata trovando anche il quarto fallo di Poletti (libero realizzato). Poletti risponde sul campo con la tripla dalla punta. D’Almeida trova un altro fallo. La breve interruzione per parquet bagnato si conclude con l’1 su 2 dalla lunetta per Ursulo. Udom sulla sirena chiude l’ennesima tripla, con risposta immediata di D’Almeida da sotto. E’ il momento di Udom che realizza ancora sotto le plance. A un minuto dalla fine risponde ancora Roberts con una tripla. Con la gara ormai compromessa la Remer non cede le armi e per Reati arrivano tre liberi (2 su 3). Il time out di Verona a -44” sul +10 pressoché inutile serve solo per disegnare gli ultimi due possessi della partita. Giusto il tempo di fischiare un risibile fallo tecnico su D’Almeida con Vujacic incapace di trasformare dalla lunetta il conseguente libero. Nikolic accorcia ulteriormente ma la gara si chiude con la palla nelle mani di Ferguson per l’85-77 che rimanda la sfida a martedì prossimo. Verona che complessivamente ha meritato la vittoria con una prestazione monstre dai 6 e 75 (17 triple su 40 tentativi). Per contro grandissimo cuore di Treviglio che neppure sul massimo svantaggio ha smesso di giocare, dimostrando ancora una volta di poter dire ancora la sua in questa serie. Non sono tuttavia bastati i 21 punti di Roberts e la doppia doppia di Borra.

Giuseppe De Carli

Ecco le dichiarazioni rilasciate dai protagonisti al termine del match, in sala stampa.

Adriano Vertemati

foto di D@S Photographer

Il coach della Remer, Adriano Vertemati: “Sapevamo che avendo giocato mercoledì gara 5 con Roseto e continuando a giocare con una dotazione ridotta, dovevamo provare a fare qualcosa di diverso specialmente in avvio, provando a vedere se una squadra con tanti giocatori va al tiro da tre punti sfidata da una singola situazione avesse reagito bene o male. Poi hanno iniziato ad affrontare una difesa canonica come la nostra tirando tutti da tre. Io dico che però è stata molto brava perché è riuscita a fare tanti canestri costruiti anche allo scadere dei 24 secondi, il che è un merito. Hanno segnato a volte anche oltre le normali medie, e anche questo è un merito. Di sicuro loro sono entrati in ritmo e per noi è stato complicato. Di buono di sicuro c’è che abbiamo perso di otto punti combattendo fino alla fine. Abbiamo una valutazione superiore rispetto ai nostri avversari: abbiamo preso più rimbalzi. Dobbiamo forzare Verona a giocare fuori dalla sua zona di comfort, anche se è una squadra con tante risorse che va a cercare quello che le lascia la difesa con fiducia. Dobbiamo essere un po’ più bravi ad eseguire le idee difensive e anche in attacco. Non abbiamo mollato mentalmente, nonostante le difficoltà fisiche di Nikolic e Borra, anche grazie al nostro fantastico pubblico. Abbiamo cercato anche in attacco uno schema diverso per andare in contro a ciò che credevamo fossero i loro punti deboli“.

Il centro Jacopo Borra afferma: “Credo sia stata la peggior partita da noi disputata. Credevo avessimo toccato il fondo con gara 1 di Roseto ma mi sono dovuto ricredere. Non abbiamo giocato con la nostra solita intensità e determinazione.. A mio avviso, Verona, come squadra non ha nulla in più di noi; hanno però tirato con percentuali molto buone a differenza nostra. A livello di squadra oggi, vivevamo su due lunghezze d’onda differenti e questo ha fatto si che il nostro gioco ne risentisse”

In casa Verona, il coach Luca Dal Monte dichiara: “Dobbiamo tornare più ricchi, dobbiamo migliorare sotto certi punti di vista perché anche se abbiamo vinto, mancano ancora due vittorie. Dopo Casale abbiamo capito che dobbiamo agire da singoli. Dalla squadra ho visto l’attenzione sul presente sia in attacco che in difesa”.

Ecco il calendario.

QUARTI DI FINALE PLAYOFF SERIE A2 OLD WILD WEST

GARA 1 – Domenica 12 maggio
De’ Longhi Treviso-Zeus Energy Group Rieti 73-51 (Serie: 1-0 Treviso)
Gara 2: 14/05/2019 20:30 De’ Longhi Treviso-Zeus Energy Group Rieti (diretta su Sportitalia)

Remer Blu Basket Treviglio-Tezenis Verona 77-85 (Serie: 0-1 Verona)
Gara 2: 14/05/2019 21:00 Remer Blu Basket Treviglio-Tezenis Verona

XL Extralight Montegranaro-Bergamo 65-57 (Serie: 1-0 Montegranaro)
Gara 2: 14/05/2019 21:00 XL Extralight Montegranaro-Bergamo

Questa la gara 2 in programma domani, lunedì 13 maggio:
13/05/2019 21:00 Benfapp Capo d’Orlando-Edilnol Pallacanestro Biella (Serie: 1-0 Capo d’Orlando)

Per avere tutte le informazioni sui playoff di Serie A2 Old Wild West (tabellone, formula, calendari) clicca qui.

SECONDO TURNO PLAYOUT SERIE A2 OLD WILD WEST

GARA 1
Bakery Piacenza-Axpo Legnano 87-85 (Serie: 1-0 Bakery Piacenza)
Gara 2: 14/05/2019 20:30 Bakery Piacenza-Axpo Legnano

Per avere tutte le informazioni sui playout di Serie A2 Old Wild West (tabellone, formula, calendari) clicca qui.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.