BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Voliamo in Sri Lanka, per l’amore senza confini di Lisa e Roshan

Proseguiamo il nostro viaggio alla scoperta delle coppie miste volando fino allo Sri Lanka, grazie all'intervista piena d'amore realizzata da Martina, per la sua tesi Unibg, a Roshan e Lisa

Cosa ama di suo marito?
Sicuramente l’amore cambia negli anni, no? I primi anni c’è l’innamoramento, vedi tutti i lati positivi. Adesso, si, è cambiato fisicamente, caratterialmente, è una persona forte, a me piace che abbia un carattere forte… Una persona che se hai bisogno è presente, quindi questo credo che sia una nota positiva e… Invece un suo svantaggio è che è uno che parla molto poco, molto taciturno… Però ci ho fatto l’abitudine, negli anni ci fai l’abitudine, no? Cerchi di accettare i pregi e i difetti, questo.

Provi a pensare a dei momenti di felicità per la vostra coppia…
Sicuramente i momenti più belli per noi sono stati la nascita dei nostri figli e quando erano piccoli a me piaceva molto e anche lui, uscivamo spesso con mia cognata e le altre sorelle, si andavano a fare queste gite al lago piuttosto che al fiume, ci si vedeva e si andava fuori in giro. [emozionata] Si passavano le feste natalizie o di week end sempre insieme in famiglia, quindi erano momenti molto belli. Invece ultimamente si è disgregata un po’ la famiglia, ci sono state un po’ di separazioni, i ragazzi crescono e quindi ci siamo allontanati. Quelli erano i momenti più piacevoli secondo me, stare tutti insieme. E ci siamo un po’ persi ecco, questo mi dispiace molto. Un po’ di cambiamenti drastici, quindi difficoltà da questo punto di vista, alcuni di loro si sono trasferiti in Sri Lanka, l’altro mio cognato è andato in Australia… Ci ritroviamo più che altro con la mia famiglia, però ormai i ragazzi sono grandi, hanno le loro amicizie, le loro frequentazioni e ci si ritrova sempre un po’ più soli, perché ormai loro sono grandi e vanno per la loro strada. E quindi quelli erano i momenti più belli si, l’unione della famiglia.

Ci sono delle situazioni per le quali discutete spesso?
Eh… si. La situazione su cui ci capita di discutere spesso verte sulla famiglia, perché abbiamo delle idee diverse, nel senso che… Io sono una persona che tende a non gravare sulla mia famiglia, non chiedo mai aiuto, non voglio dover avere bisogno degli altri e quindi ci arrangiamo tra me e mio marito, quando abbiamo avuto delle difficoltà. Invece loro come famiglia tendono a coinvolgere tutti quanti e tutte le volte coinvolgono mio marito, quindi questo è un punto di discussione perché secondo me… Aiutare si, però ci sono dei limiti, no? Poi lui si lascia prendere, quindi quando ci sono dei problemi sulla famiglia è nervoso e allora poi siccome ha un carattere molto irrequieto, è sempre così, si chiude in sé stesso, perché lui si prende proprio a cuore i problemi della famiglia, delle sorelle, dei nipoti… Molto, sì. A volte anche magari quello che è l’andamento scolastico dei figli, è un punto dolente. Altri problemi… No nel senso che sono quelli che penso che abbiano quotidianamente tutti, le bollette, ma quelle sono cose che uno affronta senza nessuna difficoltà, alla fine te la cavi sempre. Quindi gli argomenti sono quelli, dal punto di vista della famiglia, quindi magari si discute, sì.

Cosa fate quando andate a trovare i familiari in Sri Lanka?
Di solito andavamo sempre con i ragazzi, ad agosto o a luglio, quando la scuola era chiusa, si stava una settimana con la mamma di mio marito, cioè mia suocera, poi si andava a casa delle sorelle, un po’ da una, un po’ dall’altra, si passavano un po’ le giornate tutti assieme. L’ultima volta siamo andati io e mio marito, eravamo soli per la prima volta a febbraio, quest’anno, e quindi siamo stati un po’ a casa della sorella, e mia suocera; siamo stati un po’ con loro, un po’ siamo stati in giro perché ci piace andare in giro quando siamo in vacanza in Sri Lanka, ci sono molti posti da vedere. uest’anno abbiamo portato con noi anche mia nipote e il fratello, qualche giorno siamo stati al mare con i miei nipoti ed è stato diverso perché non c’erano i miei figli, siamo stati da soli, è una cosa che non avevamo mai fatto, una vacanza da soli non l’avevamo mai fatta… E quando non andiamo in Sri Lanka alternavamo, un anno da mio papà, che vive in Sicilia, abbiamo sempre fatto così, un po’ dai suoi e un po’ dai miei.

Mi diceva che il vostro è stato il primo matrimonio misto della famiglia, poi ce ne sono stati altri?
Il nostro è stato l’unico matrimonio “diverso” perché è stato per amore, mentre alcuni della famiglia sono stati un po’ combinati, lì succede ancora che ci siano i matrimoni combinati. Una novità per la famiglia. Comunque, sono sempre stata trattata bene, non posso dire che mi abbiano trattato in modo diverso, no assolutamente. Poi vivevano tutti in Italia, quindi diciamo che erano già stati inseriti nel contesto. Non ho mai risentito di questa cosa.

Avete amici in comune?
In passato avevamo degli amici in comune che erano però quasi tutti dello Sri Lanka, perché le amiche che avevo le ho perse quasi tutte perché quando mi sono sposata sono venuta a vivere qua, le altre vivevano tutte un po’ lontane, quindi abbiamo avuto difficoltà a frequentarci e a vederci, per i primi anni abbiamo frequentato quasi tutti amici di mio marito dello Sri Lanka. E poi negli anni ci siamo un po’ persi, nel senso che io adesso ho delle amiche che frequento da sola, perché sono sposate e i mariti frequentano altri uomini. Abbiamo anche amicizie diverse, nel senso che io ho un’amica con cui esco ogni tanto, mio marito magari è al lavoro alla sera; mio marito ha anche lui degli amici, magari diversi, però sia italiani che singalesi, ha queste amicizie miste, non è uno selettivo da questo punto di vista. In comune quindi attualmente non ne abbiamo, in passato si, ma adesso no, ci siamo un po’ persi negli anni.

Avete dei progetti per il futuro?
…Mah, noi abbiamo cominciato presto a vivere insieme, abbiamo una famiglia che più o meno è consolidata e i progetti per il futuro sarebbero quelli di vedere i miei figli più o meno sistemati, laureati, piuttosto che un futuro, un posto di lavoro. Come coppia di progetti futuri non ne ho, nel senso che ormai la casa ce l’ho, che era il mio progetto, avere una base stabile, il lavoro ce l’abbiamo, quindi non ci possiamo lamentare da quel punto di vista. Cose diverse no, mio marito avrebbe il suo progetto, un domani, per la pensione, vorrebbe andare in Sri Lanka a vivere, fare tipo 6 mesi in Italia e 6 mesi in Sri Lanka; non sarebbe male, non definitivamente, sicuramente non mi trasferirei definitivamente, perché ci sono molti limiti dal mio punto di vista in Sri Lanka. L’età avanza e quindi insomma, potrebbero subentrare dei problemi di salute e lì la sanità non e… E’ ancora molto indietro, rispetto alla nostra. A me questa cosa fa un po’ paura [ride], lo dico sempre anche a mio marito. Quindi si, se dovesse succedere non mi dispiacerebbe fare un po’ alternare, un po’ nei mesi invernali lì e nei mesi estivi qui in Italia. Questa è l’unica cosa che come progetto futuro, tra virgolette, perché per il resto penso di essere già abbastanza a posto, non ho grandi sogni. E vedere sistemati i ragazzi, finire gli studi e trovare un lavoro, come tutti i genitori, no?

Se tornasse indietro lo rifarebbe?
Si… Si perché comunque voglio bene a mio marito, voglio bene ai miei figli e non li cambierei con nient’altro, sono contenta così. Mi piace la famiglia di mio marito, mi sono trovata bene così, non ho nessun tipo di problema e… Si, lo rifarei, non ho ripensamenti.
Alla fine, sono tutte vite uguali, credo che i problemi siano più o meno gli stessi di quelli che vivono le famiglie italiane. Le diversità si apprezzano, fanno parte di quello che è l’accettare l’altra persona, no? Si cerca sempre di andare d’accordo, di mediare in qualche modo e di accettare, insomma. Qualcosa conservano sempre, il loro pensiero di base, poi il comportamento cambia perché stando qui cresce in uno Stato diverso, si adegua al comportamento degli altri, il pensiero degli altri e… Hanno comunque radicato il “loro” che è molto conservatore, tipo la conservazione per mio marito riguarda la famiglia, è moto legato e tiene molto a questa cosa e credo che questa sia una caratteristica probabilmente dei singalesi, la famiglia è sempre presente e deve essere sempre presente. E poi la religione… Diciamo che la nostra religione è aperta a tutto no? Il cattolicesimo ci lascia liberi di pensare, di comportarci… Io non so, nelle coppie miste, ho un’amica che ha sposato un musulmano, per sposarsi lei ha dovuto convertirsi e secondo me è stata brava, ha accettato qualcosa di diverso, di dover cambiare il suo pensiero di base, come è cresciuta, da cattolica si è convertita all’islamismo. Ecco io questo non l’avrei fatto, per quello che dico che a volte le persone anche magari miste hanno di base anche loro delle differenze che la religione può accentuare un attimino, ma dal mio punto di vista, poi in realtà non so se è così. Per me personalmente questa era una cosa importante.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.