BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blu Basket Treviglio

Informazione Pubblicitaria

Playoff, Remer al secondo turno: “Concentriamoci sulla gara contro Verona”

Regnano gioia ed entusiasmo in casa Remer dopo la vittoria contro Roseto nella gara 5 degli ottavi di finale dei playoff Serie A2 mercoledì 8 maggio al PalaFacchetti.

Regnano gioia ed entusiasmo in casa Remer dopo la vittoria contro Roseto nella gara 5 degli ottavi di finale dei playoff Serie A2 mercoledì 8 maggio al PalaFacchetti.
Un risultato importante, che ha permesso alla formazione trevigliese di accedere al secondo turno dei playoff per la prima volta nella storia.

Ecco le dichiarazioni rilasciate dai protagonisti in sala stampa.

La guardia tiratrice Mattia Palumbo ha affermato: “Sono contento che Adriano mi abbia dato questa fiducia e in qualche modo devo ripagarla, vista l’assenza di Pecchia per tutta questa serie. Per giocare contro Verona al massimo delle energie dobbiamo essere solidi e concentrati, proprio come abbiamo fatto nella serie con Roseto. Roseto è sicuramente una squadra più atletica e fisicamente messa meglio di tutto il campionato. Nella prima partita abbiamo sofferto molto questo aspetto, ma siamo stati bravi nel corso di tutta la serie ad aggiustare e cercare di cavalcare quelli che erano i piccoli vantaggi che la loro difesa ci concedeva: tutto questo ci ha portati a strappare questa serie in Gara 5 vincendo anche Gara 4, fondamentale, sul loro campo. Sicuramente la prima sconfitta è stata molto dura da digerire e ci siamo un po’ abbattuti, però abbiamo risposto subito alla grande in Gara 2. La sconfitta in Gara 3 è stata segnata dal loro dominio fisico, abbiamo però avuto un’ottima reazione in Gara 4. La gara di oggi era proprio focalizzata sulle ultime energie e la solidità mentale, che ci hanno portati a fare la differenza e a portare a casa la vittoria”.

Soddisfatto il coach Adriano Vertemati, che ha dichiara: “Sono doverosi, perché meritati i complimenti a Roseto, squadra che ci ha dato davvero del filo da torcere, soprattutto perché la nostra squadra è molto giovane. Detto questo, siamo stati eccezionali nel vincere questa serie. Siamo oramai bella storia della società e questa è una sensazione bellissima ma la gara non è ancora finita e se vogliamo continuare a sognare, dobbiamo assolutamente concentrarci per la gara contro Verona di domenica. Ritengo che la squadra sia stata molto brava nel primo quarto, nonostante il divario iniziale, dove la situazione del quintetto era molto difficile da gestire. Gara 4 è stata, per noi, un’ ottima partita ma molto diversa da questa. Durante quella gara abbiamo giocato con i piccoli e dunque precisi nel prendere i vantaggi che c’erano e su quelli costruire la partita che ci ha portato alla vittoria.  Pecchia stasera aveva la febbre e purtroppo non lo vedo da quando siamo partiti per Roseto. Parlare di un suo rientro ora, mi viene difficile. Palumbo stasera è stato fondamentale, ha giocato molto bene: 11 rimbalzi e 4 assist. Un risultato notevole per un ragazzo della sua età e posso finalmente dire che ha iniziato a giocare nella maniera adeguata, avendo un buon controllo del gioco. Posso dire che tutti hanno contribuito in maniera molto positiva alla partita. Caroti ha avuto un lutto famigliare durante la notte e si trovava in una situazione psicologica particolare. Mi sento di dire che abbiamo davvero dato tutto ogni singola partita.  Sono arrivato a Treviglio che ero un giovane allenatore che conoscevano i pochi e solo in ambito delle giovanili. Devo davvero tutto a Treviglio perché siamo cresciuti insieme e questo ci ha permesso di raggiungere questo risultato . Mi auguro davvero di non fermarci adesso…”.

Il presidente GianFranco Testa ha evidenziato: “Treviglio alza l’asticella perché dovrà affrontare una squadra molto forte. Durante queste gare ci sono stati dei problemi, dovuti alla grande preparazione e all’atletismo di Roseto, che ha portato alla prima sconfitta in Gara1, ci siamo però ripresi, riuscendo a vincere anche in trasferta. I ragazzi sono uno spettacolo, ci hanno messo tutto e l’emblema di questa serie sono state le lacrime di Caroti, dopo aver segnato l’ultimo canestro da tre”.

Maurizio Canzoneri, export manager della Remer, ha evidenziato: “Con Gara2 mi sono sbilanciato dicendo che ci saremmo visti qua, e così è stato. Grazie alla squadra e a Vertemati, domenica dovremo essere tutti qua al Palafacchetti! La Remer rubinetterie è orgogliosamente main sponsor da sei anni ed è partecipe di questo percorso che ci ha permesso di entrare tutti insieme nella storia”.

In casa Roseto, il coach Germano D’Arcangeli ha osservato: “Questa sera finisce una stagione importante per tanti di noi, ad alcuni scendono le lacrime per come è stato l’epilogo ma credo che, superato questo momento, tutti noi ci renderemo conto di ciò che abbiamo fatto; abbiamo infatti avuto la possibilità di fare grandi cose anche con una squadra forte come Treviglio. Molti dei ragazzi sono giovanissimi e ricorderanno a lungo quello che hanno fatto quest’anno. Caratteristica tipica di quest’anno è stata il fatto che i ragazzi non si sono mai dati per vinti, di fronte anche ai problemi fisici di questa sera. Credo quindi che dal punto di vista morale siano dei ragazzi insuperabili. Colgo l’occasione per fare i complimenti ai ragazzi di Treviglio, allo staff e ad Adriano perché è stata una battaglia fatta di mosse e contromosse che non ho mai visto prima; sono stati più selettivi e più bravi nei momenti importanti. Abbiamo avuto il problema di dover difendere il post up che i nostri piccoli hanno subito in continuazione, in attacco abbiamo mantenuto la media dei punti. Abbiamo imparato a giocare 5 partite in poco tempo, a ritmi veloci, i ragazzi sono stati più versatili a causa degli infortuni e abbiamo imparato a giocare anche con un pizzico di sfortuna”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.