BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Sinistra pronta per le Europee, Macario: “Bergamo per una nuova Europa”

Tra le 16 liste Circoscrizione Nord Ovest che comprende Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria

Non solo comunali, il 26 maggio sarà anche il giorno delle Europee. Tra le 16 liste Circoscrizione Nord Ovest che comprende Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria vi è “La Sinistra”, presentata a Bergamo nel pomeriggio di giovedì 9 maggio con presenti il candidato Paolo Ferrero, vicepresidente del Partito della Sinistra Europea, e Francesco Macario, candidato sindaco per le amministrative della città.

“Contro il neoliberismo, contro i nazionalismi. Per un’alternativa di sinistra, antirazzista, femminista, ecologista in Europa”, si legge nel manifesto pubblicato sul sito internet della lista. “Noi con te” è lo slogan, per sottolineare l’importanza di applicare un nuovo modello di sviluppo economico e sociale fondato sull’idea di comunità e di unione, secondo quei valori (forse troppo dimenticati) di sinistra che questa lista “è l’unica che rappresenta”, ha dichiarato Macario.

“L’Europa che vogliamo costruire si fonda sulla democrazia reale e sull’autodeterminazione di donne e uomini; sulla giustizia sociale, ambientale e fiscale; sulla redistribuzione della ricchezza e del lavoro; sulla riconversione ambientale e sociale dell’economia; sul diritto al reddito e sui diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, sulla solidarietà contro le politiche securitarie e di respingimento delle e dei migranti; sulla pace, il disarmo e la cooperazione internazionale – spiega il candidato Ferrero –  Per questo è necessario rompere la gabbia neoliberista definita dai trattati e porre fine alle politiche di austerità, che hanno aumentato le disuguaglianze sociali nei paesi della UE e gli squilibri fra paesi dell‘Unione, fornendo terreno fertile per i tanti imprenditori della paura e dell’odio, facendo risorgere nazionalismi, xenofobia, razzismo. Lavoriamo in Italia ed in Europa per la confluenza di tutte le soggettività politiche, culturali, sociali, civiche e di movimento, che si battono per l’uguaglianza, la solidarietà, l’umanità, con un programma i cui punti fondamentali si articolano a partire dalla piattaforma del Partito della Sinistra Europea e dal Green New Deal di Primavera europea”.

Le prossime elezioni europee rappresentano una sfida molto alta, in cui le città dovranno svolgere un ruolo decisivo per l’Europa di domani: “Sì, perché è dalle singole realtà, nel nostro caso Bergamo, che si costruisce un modello di sviluppo economico e sociale differente da quello deleterio che si è ormai radicato in Europa e che sta danneggiando la nostra città”, ha continuato il candidato Macario.

“Vogliamo che questa lista sia uno spazio a disposizione di quei movimenti che oggi costituiscono la principale speranza su scala planetaria: il movimento delle donne che partendo dalla denuncia della violenza maschile mette in discussione tutte le forme di dominio – di sesso, di classe, di culture -, ed il movimento per il clima e l’ambiente che vede una generazione di ragazze e ragazzi pretendere un futuro per la terra e le specie viventi, quindi un cambiamento radicale del modello di sviluppo. Uno spazio a disposizione di chi nel nostro paese in questi anni ha condiviso l’impegno per la difesa e l’attuazione della Costituzione nata dalla Resistenza, le lotte per la difesa dei beni comuni e i diritti civili e sociali, l’opposizione alle “riforme” neoliberiste a partire da quella delle pensioni, alle privatizzazioni, alla precarizzazione del lavoro. Uno spazio per chi si schiera da anni contro xenofobia e razzismo nelle mobilitazioni e nella solidarietà attiva”, ha concluso Ferrero.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.