Carrara Spa in fiera presenta le guarnizioni "Low Emission" di ultima generazione - BergamoNews
A cura di

Industrial Valve Summit 2022

Ivs 2019

Carrara Spa in fiera presenta le guarnizioni “Low Emission” di ultima generazione fotogallery

La Carrara Global Sealing Solutions porta a IVS - Industrial Valve Summit - guarnizioni "Low Emission" di ultima generazione per le valvole.

La Carrara Global Sealing Solutions porta a IVS – Industrial Valve Summit – guarnizioni “Low Emission” di ultima generazione per le valvole.

L’azienda di Adro, in provincia di Brescia, è tra i principali produttori europei di guarnizioni industriali, specializzato nella realizzazione di sistemi di tenuta high-value content per valvole, pompe e flange preposte a servizi industriali ad alta temperatura e alla somministrazione di servizi di monitoraggio delle emissioni diffuse di composti organici volatili COV.

“La sensibilità ambientale – spiega il procuratore aziendale Francesco Apuzzo – cresce anno dopo anno e oggi tutti parlano di protezione ambientale. Ma Carrara ha cominciato a farlo 25 anni fa, nell’ormai lontano 1995, il primo in Italia a investire decisamente in questa direzione. E oggi l’esperienza maturata dall’azienda sui materiali e le applicazioni Low Emission è in Italia ineguagliata e nel mondo la colloca tra le prime cinque”.

Carrara è tra le sei aziende che, grazie alla collaborazione con Confindustria Bergamo, ha partecipato nel 2014 all’atto costitutivo dell’evento, collaborando attivamente sin da quando IVS era solo un’idea senza nemmeno un nome. “Abbiamo fortemente voluto che Bergamo avesse una fiera capace di presentare al mondo Oil&Gas le potenzialità ingegneristiche e produttive della filiera Italiana delle valvole industriali e dei suoi componenti. IVS rappresenta un momento straordinario, un palcoscenico dal quale mostrare a tutti la nostra forza e la nostra capacità”.

L’azienda bresciana conta oltre 120 dipendenti presso il moderno e funzionale sito di Adro e di altri 105 dipendenti operanti presso le controllate Filtes International e FMI Sichem, recentemente acquisita, a costituire un gruppo di oltre 225 dipendenti con ricavi consolidati che si attestano introno ai 50 milioni di euro, di cui circa il quaranta per cento in export.

“Il mercato di riferimento di Carrara – continua Apuzzo – è quello dell’Industria di processo operante con fluidi a elevata temperatura e pressione e quello dei produttori di componenti di questo settore. Sebbene il settore principale sia quello dell’Oil & Gas, aggregante esplorazione, estrazione, trasporto e raffinazione di gas ed idrocarburi, non assolutamente secondari sono quelli del power, petrolchimica, cartiere, cementifici, acciaierie ed alimentare”.

La strategia che il gruppo sta implementando già da decenni è quella di operare su un elevato numero di mercati regionali, con un rilevante numero di clienti con prodotti diversificati. “Poiché non è probabile che tutti i mercati e tutti i clienti siano contemporaneamente coinvolti in fasi recessive -spiega il procuratore aziendale- , ciò aiuta ad attenuare gli effetti dei cicli economici meno favorevoli e anzi spesso ha consentito all’azienda di crescere ugualmente”.

L’apertura della nuova sede nel 2001 ha permesso all’azienda di ritagliarsi un profilo sempre più internazionale, con un rilevante aumento di capacità produttiva e logistica che, grazie ad un’intensa attività commerciale e all’estensione del product range, ha aumentato il portafoglio clienti, permettendole di crescere anche in un contesto sempre più competitivo, mutevole e coincidente talvolta con cicli economici sfavorevoli.

Collaborazione, affidabilità e capacità tecnica sono il liet motiv dell’azienda di Adro. “Carrara è stata in grado di far passare il messaggio che nella creazione del valore il rapporto tra cliente e fornitore può essere fonte di sviluppo reciproco se basato su una condivisa base valoriale seppur, ciò è chiaro, restando ciascuno nel proprio ambito e svolgendo ciascuno il proprio ruolo. Inoltre a Carrara è riconosciuta un’indiscussa affidabilità e una capacità tecnica che nelle attività di co-engineering sono essenziali”.

L’azienda di Adro ha imboccato un percorso di crescita che l’ha distinta all’interno del mercato di riferimento al punto da diventare “Considerable Player” sul mercato internazionale.

“Innovazione – continua Apuzzo – per la Carrara significa essenzialmente due cose. La prima, avere una profonda conoscenza dei materiali che sovente sono i drivers essenziali del processo di sviluppo. La seconda, non dimenticare mai che anche il migliore dei prodotti deve essere realizzato, confezionato, venduto e consegnato. Il ruolo dell’organizzazione nel nostro business come in tutti gli altri è dunque preminente e la capacità innovativa che l’azienda riesce a portare in ciascuna area produce infine il miglioramento della performance globale e l’ottenimento dei risultati”.

“Per rimanere competitivi è fondamentale essere consci del nostro valore anticipando, con continui investimenti, le aspettative del mercato che chiederà sempre più di trovarci pronti in termini di prodotti, certificati e risorse competenti. Sicurezza nei propri mezzi, competenza e investimenti ci aiuteranno sempre a interpretare gli scenari più complessi per prendere le decisioni migliori al momento giusto”.

“I nostri obiettivi – conclude il procuratore aziendale – sono crescere e consolidarsi nel percorso iniziato nel mese di maggio del 1961”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it