BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nonno 82enne abusa sessualmente della nipote 16enne: incastrato da un audio

La nipote si era fermata dal nonno 82enne, vedovo e solo, per fargli compagnia la notte di Pasquetta. Ma il nonno orco ha abusato di lei.

È la sera di lunedì 22 aprile, Pasquetta, in un paese dell’hinterland di Bergamo. Terminato il lungo pomeriggio di giochi, dopo il pranzo con i parenti, nell’appartamento del nonno 82, vedovo e solo, si fermano a turno uno dei cinque nipoti.

Quella sera è il turno di Sara. Ha 16 anni. Va in camera, indossa il pigiama e si prepara per andare a letto. È a quel punto che si apre la porta, entra il nonno, si avvicina a Sara ed inizia ad accarezzarla. Le carezze cedono il passo a qualcosa di più intimo. La nipote prima che tutto precipiti preme l’audio per la registrazione sul proprio telefonino. Un’ora di ascolto. Sessanta minuti di violenza che terminano con raccomandazioni e minacce: “Ti è piaciuto? Dai che ti è piaciuto”, “Non piangere”, “Non dire niente ai tuoi genitori altrimenti mi incastrano”.

Al termine dell’abuso, quando rimane sola, in lacrime invia un messaggio alla sorella maggiore raccontando ciò che ha subito. Per conferma le gira anche in allegato la registrazione. La sorella maggiore si precipita a casa del nonno, prende Sara e la porta a casa sua. Il giorno dopo la sorella maggiore va dalla madre, le fa ascoltare quell’audio e assieme decidono di sporgere denuncia.

La indagini sono rapidissime. Gli inquirenti temono che quel nonno-orco possa abusare di nuovo. Martedì 7 maggio gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Bergamo, coordinati dal pubblico ministero Raffaella Latorraca, prelevano l’anziano dalla sua abitazione e lo arrestano. L’accusa: violenza sessuale. Considerata l’età, l’82enne si trova ai domiciliari in una struttura adeguata.

La ragazza è seguita da uno psicologo. Ora sono in corso ulteriori accertamenti e approfondimenti per capire se in passato si siano verificati altri episodi di questa gravità. Giovedì 9 maggio l’uomo verrà sentito dal giudice delle indagini preliminari, Federica Gaudino.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.