BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Attraverso le terre del suono”, viaggio nella musica con Davide Sapienza e Marco Grompi

L'appuntamento è domenica 12 maggio al Circolone di Bergamo in via Guglielmo d'Alzano, 7/A.

Più informazioni su

Un viaggio dedicato alla musica e alle geografie possibili del grande sentiero interstellare tracciato da note e melodie. È questa la proposta del nuovo spettacolo “Attraverso le terre del suono”, con Davide Sapienza e Marco Grompi.

Il debutto sarà domenica 12 maggio alle 20.45 al Circolone di Bergamo in via Guglielmo d’Alzano, 7/A. Lo show racconta oltre trent’anni di esplorazioni geomusicali e poetiche di Marco Grompi (suoni&canzoni) e Davide Sapienza (narrazione), per la prima volta insieme sul palco. Un percorso nella cultura rock che ha definito il loro immaginario autoriale e giornalistico, senza preclusioni, fondato sulla condivisione di emozioni, percezioni, rivoluzioni interiori.

Le “Terre del suono” sono la geografia di tutte le persone che nella musica hanno trovato ispirazione quotidiana, forza interiore, capacità di restare fedeli alle proprie percezioni e di emozionarsi. Sapienza e Grompi, che lavorano insieme da un quarto di secolo per e con la musica, hanno deciso di farsi un regalo. Un loro “show”, dedicato al potere della musica, rivoluzionario, spirituale, profondo, concreto. Insieme hanno dato “pagine” a Neil Young (tre i volumi realizzati insieme e tra di essi, l’unica raccolta ufficiale approvata dal cantautore canadese di testi e traduzioni, oltre alle due autobiografie tradotte per Feltrinelli) e da qui era partita la loro unione artistica. Per Davide Sapienza, scrittore geopoeta, impegnato nelle poetiche distese “della percezione” oltre che geografiche (come spiega Il geopoeta. Avventure nelle terre della percezione) e per Grompi, musicista e autore di libri rock, questa lunga amicizia intessuta del linguaggio sonoro, più che parlato, è una narrazione da condividere. Così nasce la performance ispirata a un capitolo del libro di Sapienza, a sua volta ispirato da una giornata dedicata proprio a Neil Young da Grompi, molto tempo fa.

Dedicato alla musica e alle geografie possibili, da quelle naturali, fatte di orizzonti e non confini, che diventano per noi umani quelle culturali. Questo è il viaggio “Attraverso le terre del suono”: Marco e Davide sul palco ma tutti insieme sul grande sentiero interstellare della musica. È la cultura rock dei due personaggi ad averli stimolati fin dall’infanzia, un filtro che ha definito il loro immaginario autoriale e giornalistico, senza preclusioni, fondato sulla condivisione di emozioni, percezioni, rivoluzioni interiori, conducendo per trent’anni ognuno a definire un proprio originale percorso di vita: come cantò John Lennon, immaginare che non esistano confini è facile, basta provarci.

I due artisti evidenziano: “Nelle notti adolescenti, piegato su qualche libro e con le orecchie al vento, aprivo la mia porta della percezione. Tramavo visioni da manipolare con la penna. Quando alzavo la testa non vedevo il buio ma luoghi senza frontiere, messaggi poetici da territori misteriosamente avvolti in una vaga idea di lontano. Non potevo essere come loro, ma volevo essere come loro. Così decisi che il loro vinile nero sarebbe stato il mio foglio bianco; la mia chitarra era una penna e il mio Cavallo Pazzo qualsiasi complice disposto a vivere nella Pienezza”.

Lo spettacolo è a ingresso libero per i tesserati.
Il Circolone aprirà alle 20 per il tesseramento, che è obbligatorio (quota annuale 10 euro, valida come ingresso a tutti gli eventi).

I posti sono limitati ed è consigliata la prenotazione. Per avere ulteriori informazioni consultare il sito www.circolone.com, telefonare al numero 3355296694 oppure inviare un’e-mail a circolonebg@gmail.com

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.