Quantcast
"Minacce e aggressioni dopo il match": super multa per il Romano Basket Under 13 - BergamoNews
A mantova

“Minacce e aggressioni dopo il match”: super multa per il Romano Basket Under 13

Dal giudice sportivo è arrivata una multa di quasi mille euro

È finita con qualche parola di troppo rivolta verso l’arbitro e, stando al referto del direttore di gara, con “un’aggressione commessa da più persone fuori dal campo di gioco”. Match movimentato quello disputato tra la Polisportiva San Pio di Mantova e il Romano Basket, valevole per il campionato provinciale Under 13.

Il match è stato vinto per 61-36 dai padroni di casa, ma ad attirare sono i provvedimenti presi dal Comitato regionale lombardo, a seguito del referto stilato dal direttore di gara Erik Novellini.

La contestazione più grave all’indirizzo dei tifosi bergamaschi è per una presunta aggressione avvenuta fuori dal campo da gioco, per la quale è scattata una sanzione da 825 euro. Altri 140 euro sono stati comminati per “offese collettive frequenti e minacce del pubblico agli arbitri” e “per un tentativo di aggressione, comportamento minaccioso o gravemente offensivo commesso da più persone fuori dal campo di gioco verso il pubblico avversario e verso il direttore di gara”.

Diversa la versione di uno dei responsabili della squadra, il tecnico Moreno Toccanne: “Non c’è stata nessuna aggressione né invasione di campo – ha spiegato a Il Giornale di Treviglio -. Ci sono state delle lamentele per l’arbitraggio e un confronto piuttosto acceso tra un fotografo di Mantova e alcuni genitori, ma la cosa si è risolta sul piazzale del palazzetto senza che nessuno arrivasse alle mani”.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it