BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Immigrazione clandestina, sospesi gli agenti coinvolti nell’operazione Yuan

Il vicesindaco Sergio Gandi: "Danno d'immagine per Comune di Bergamo e Polizia Locale, ci tuteleremo"

Il Comune di Bergamo ha immediatamente sospeso i due agenti della Polizia Locale coinvolti nell’operazione della Questura di Bergamo, che ha portato alla luce un sodalizio responsabile a vario titolo di favoreggiamento aggravato di immigrazione clandestina, falsità ideologica, alterazione di documenti per il rilascio del permesso di soggiorno e plurimi episodi di corruzione (leggi qui).

“Si tratta di un fatto estremamente grave e inammissibile – commenta Gabriella Messina, comandante della Polizia Locale – una condotta che non può essere tollerata.” Entrambi sarebbero andati in pensione entro l’estate 2019.

“Se le indagini dovessero confermare i reati a loro carico, per il Corpo di Polizia Locale e per l’Amministrazione si tratterebbe di un enorme danno d’immagine e il Comune potrebbe tutelarsi nelle sedi competenti”, spiega il vicesindaco e Assessore alla sicurezza Sergio Gandi.

I due agenti fermati questa mattina fanno parte del Corpo di via Coghetti rispettivamente da 41 e 26 anni. Durante gli ultimi anni della loro carriera, hanno svolto diversi incarichi: ufficio illeciti, Pronto Intervento, nuclei di quartiere.

“La rotazione di ruoli e incarichi – continua la Comandante Messina – è una delle soluzioni che mettiamo in campo per prevenire situazioni di corruzione all’interno di alcuni nuclei della nostra Polizia Locale. A loro carico non sono mai stati registrati significativi procedimenti disciplinari.”

“Se le responsabilità venissero confermate, si tratterebbe di un comportamento molto grave – conclude il sindaco Giorgio Gori – che rischia di minare la fiducia dei cittadini verso le Istituzioni. Anche per questo andrebbe sanzionato con estrema severità.”

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.