Quantcast
Primo Maggio, Rota (Fai Cisl): “Vogliamo un’Italia con l’Europa e al traino dell’Europa” - BergamoNews
Bergamo

Primo Maggio, Rota (Fai Cisl): “Vogliamo un’Italia con l’Europa e al traino dell’Europa” fotogallery

In 3.500 alla manifestazione organizzata dalle sigle sindacali Cgil. Cisl e Uil.

“Vogliamo un’Italia con l’Europa, dentro l’Europa, al traino dell’Europa, un’Italia che ponga al centro delle politiche europee il lavoro, i diritti, lo stato sociale. Altro che politiche sovraniste, chiusura delle frontiere, o esultare per la Brexit, altro che aggiungere ogni giorno un nuovo conflitto con i partner europei”.

Lo ha detto Onofrio Rota, Segretario generale della Fai Cisl, intervenendo a Bergamo dal palco della Festa del Primo Maggio.

“Vogliamo davvero buttare via il patrimonio di libera circolazione dei lavoratori che i nostri genitori si sono conquistati andando a lavorare nelle fabbriche della Germania, nelle miniere del Belgio, nei cantieri della Francia? Vogliamo davvero regalare ai nostri figli un’Italia più piccola, più isolata, più vecchia, più povera?”, ha detto Rota. “Anche noi sindacati europei, che rappresentiamo 50 milioni di lavoratori – ha aggiunto – siamo contrari a questa Europa, senza una sua Costituzione, senza un suo Governo sovranazionale, ma la soluzione non è tornare al 1949, alle condizioni economiche e politiche che hanno prodotto due guerre mondiali nel giro di 30 anni, la soluzione è più Europa unita, con gli Stati Uniti d’Europa! Non è un sogno ma un progetto che proprio noi lavoratori dobbiamo sostenere ed alimentare”.

Rota ha ricordato in apertura gli incidenti e le vittime sul lavoro. “Oggi chi contesta l’Europa si vanta di aver ridotto le risorse destinate alla formazione dei lavoratori sulla sicurezza nelle aziende, hanno detto di aver abbassato il costo del lavoro! Noi non li abbiamo applauditi. Infatti chiediamo a loro: ma la salute, la vita dei lavoratori è solo un costo? Non tolleriamo più che si muoia ancora sul lavoro. Zero incidenti mortali sul lavoro: questo è il nostro obiettivo. Se serve spendere per ottenere questo risultato, si spenda. Questa è la vera sicurezza che serve per fare più civile il nostro Paese”.

“Questa piazza – ha detto poi il leader della Fai, la federazione agroalimentare ambientale della Cisl – dimostra quanto sia sbagliato tentare di dividere il Paese tra Nord e Sud, tra privati e pubblici, tra lavoratori italiani e non italiani. Noi di nemici ne abbiamo uno solo: la mancanza di lavoro, la disoccupazione e tutto ciò che la produce e la alimenta. È questo il senso del Primo Maggio: la prima festa per chi lavora ma anche la più attesa da chi non lavora. È la festa che celebra uno dei sacri diritti dell’uomo in tutto il mondo: il diritto al lavoro. Per noi, lavoratori e sindacati, il Primo Maggio fa tutt’uno con il 25 Aprile, la Festa della Liberazione dal nazifascismo, e con il 2 Giugno, la festa della Repubblica democratica: lavoro, libertà, democrazia”.

Rota ha concluso richiamando all’unità il mondo del lavoro: “In fatto di solidarietà il movimento sindacale italiano ha dato grandi lezioni nei lunghi anni di recessione, abbiamo gestito grandi crisi senza discriminare nessuno, senza dividere i lavoratori, ma anzi lottando per una maggiore unità, per pari diritti e pari condizioni, non abbiamo guardato ai passaporti, al genere, alla mansione. È questo il vero senso del ‘prima gli italiani’. Tutti vanno rispettati, tutti vanno tutelati, a tutti va data la possibilità di migliorare, di progredire, di andare avanti. Lo dice la Costituzione Italiana nata dalla Resistenza, lo dice la nostra storia, lo dice il Primo Maggio, festa del lavoro, festa dei lavoratori. Prima il lavoro, prima i lavoratori”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Primo maggio
La panoramica
Corteo, celebrazioni e musica: il Primo maggio in Bergamasca
Ambra Angiolini al Primo Maggio
I programmi
Il Concertone o Barcellona-Liverpool? La tv del 1° maggio
lavoratori
Olivo foglieni
“Primo Maggio: non si può pensare di fare industria senza essere sociali ed etici”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI