Quantcast
Corteo, celebrazioni e musica: il Primo maggio in Bergamasca - BergamoNews
La panoramica

Corteo, celebrazioni e musica: il Primo maggio in Bergamasca

"Lavoro, diritti, stato sociale, la nostra Europa": sono queste le parole d’ordine scelte quest’anno dai tre sindacati confederali per le celebrazioni del Primo Maggio.

“Lavoro, diritti, stato sociale, la nostra Europa”: sono queste le parole d’ordine scelte quest’anno dai tre sindacati confederali per le celebrazioni del Primo Maggio.

A Bergamo il ritrovo per la manifestazione provinciale sarà alle 9 al piazzale della stazione, con partenza prevista per le 9.30: il corteo sfilerà, poi, per le vie del centro e alle 11, in piazza Vittorio Veneto, a nome di Cgil, Cisl e Uil, interverrà dal palco Onofrio Rota, segretario generale della Fai-Cisl nazionale.

“Per un’Europa che ricalibri le proprie politiche sul lavoro e sulle persone, che sia più umana e sociale”: è l’auspicio espresso dai segretari generali di Cgil, Cisl e Uil di Bergamo, Gianni Peracchi, Francesco Corna e Angelo Nozza. “L’Europa tanto vituperata dall’attuale compagine governativa è invece quella che può fornire all’Italia quei finanziamenti che tanto servirebbero a far ripartire la nostra economia, innanzitutto sul fronte delle infrastrutture. Ma l’esigenza di maggiore coesione europea non ha solo carattere economico, bensì anche di stato sociale: è necessario che il nostro paese, con il proprio welfare, costruisca alleanze con i paesi dotati di uno stato sociale più avanzato”.

Altro tema al centro dell’attenzione è la povertà: i sindacati confederali bergamaschi hanno sottolineato come la loro “visione di lotta alla povertà non passi da misure assistenzialistiche che dovrebbero essere solo temporanee, ma innanzitutto da un lavoro dignitoso, con un salario giusto ed equo e nel quadro di un contratto che non venga stipulato – come spesso è accaduto negli anni della crisi – da organizzazioni sindacali marginali che hanno poca o nessuna rappresentanza”.

Cgil, Cisl e Uil da sempre sostengono il ruolo della Confederazione Europea dei sindacati, dando così il proprio contributo alla costruzione di un modello di contrattazione europea che metta fine a preoccupanti fenomeni di dumping, fondati sull’abbassamento del costo del lavoro e delle tutele di lavoratrici e di lavoratori.
È inoltre nel potenziamento dei Comitati Aziendali Europei che può realizzarsi la costruzione di una rappresentanza europea delle lavoratrici e dei lavoratori.
Nel manifesto del corteo, Cgil, Cisl e Uil evidenziano: “Vogliamo un’Europa del lavoro e della giustizia sociale che metta al centro della sua agenda:
– Politiche di coesione economica, sociale e territoriale
– Investimenti in infrastrutture e reti attraverso cui assicurare sviluppo, occupazione e coesione sociale.
– Una politica industriale europea fondata su investimenti in ricerca e innovazione.
– Armonizzazione dei diritti e delle tutele fondamentali per contrastare meccanismi di dumping sulle condizioni di lavoro.
Valorizzazione dei Comitati Aziendali Europei in una prospettiva di estensione della contrattazione a livello europeo.
– Potenziamento degli strumenti di studio e lavoro all’estero”.

A Leffe, come ormai da tradizione, si terrà il concerto “Primo maggio musicale” organizzato dai Comuni della Valgandino con Leffegiovani. L’appuntamento è alla tensostruttura adiacente al museo del tessile.

L’ordine e gli orari approssimativi degli artisti emergenti prevede: Alison dalle 15.05 alle 15.30, Tbo & co dalle 15.45 alle 16.10, Eveline dalle 16.25 alle 16.50, Francesca Soliveri dalle 17.05 alle 17.30, Mente Càptus dalle 17.45 alle 18.10, Minerva dalle 18.25 alle 18.50, Downtown Mason dalle 19.05 alle 19.30 e la sera saliranno sul palco i CapoFortuna Rino Gaetano Tribute dalle 21.
Sarà attivo servizio ristoro.

Il Primo maggio anche la diocesi di Bergamo inviterà a riflettere sui problemi relativi del lavoro e sul suo valore per la persona. Mercoledì 1°maggio alle 16 alla centrale idroelettrica di San Pellegrino, in via dei Partigiani, avrà luogo una celebrazione eucaristica con il vescovo di Bergamo, monsignor Francesco Beschi.

La messa sarà celebrata nel contesto di una realtà energicamente produttiva del territorio, in sintonia con il significato della giornata. L’iniziativa è proposta dalla diocesi di Bergamo in collaborazione con Bim, Enel Green Power, e Uniacque S.p.a.

Sabato 4 maggio, invece, l’appuntamento sarà a Caravaggio: alle 9 alla sede di Uniacque S.p.a Bergamo in via delle Canovine, 21 si terrà un confronto dal titolo “Lavoro, energia e ambiente”. L’incontro è organizzato dall’Ufficio pastorale sociale e del lavoro in collaborazione con Bim, Enel Green Power e Uniacque Bergamo.

Don Cristiano Re, direttore dell’Ufficio per la pastorale sociale e del lavoro della diocesi di Bergamo, spiega: “La data del 1° maggio, memoria liturgica di San Giuseppe lavoratore, ci vede impegnati nella riflessione, nella preghiera e nel desiderio di dare concretezza a ciò in cui crediamo rispetto a quel grande ambito di vita di ciascuno di noi che è il lavoro. Come comunità sentiamo che spesso ci siamo fermati ad un livello esortativo mancando poi di ritraduzioni nel reale e trovandoci impreparati nel discernimento rispetto alle profonde trasformazioni nel mondo del lavoro e quindi nella vita delle persone. Sentendoci responsabili nel dover fare la nostra parte, desideriamo che il momento del 1° maggio non sia semplicemente un passaggio celebrativo ma possa davvero vederci uniti dentro ad un cammino di custodia e di crescita rispetto a quel grande bene comune che è il lavoro nell’ambito di quella cultura del “fare” che è parte integrante del nostro tessuto produttivo”.

Tornando a mercoledì 1° maggio, alle 10 alla ditta Sorem di Caravaggio, in via Panizzardo 44 verrà celebrata una messa presieduta dal vescovo di Cremona, monsignor Antonio Napolioni.

L’evento, cui sono state invitate le autorità del territorio, è rivolto in modo particolare a tutti i lavoratori, i dirigenti e gli imprenditori insieme alle proprie famiglie.

L’annuale incontro del 1° maggio è proposto dall’Ufficio diocesano per la pastorale sociale e del lavoro, diretto da Sante Mussetola, in collaborazione con la Parrocchia di Caravaggio e la Zona pastorale 1.
“Nel panorama attuale – afferma il vicario zonale don Marco Leggio – è sempre più significativo fermarsi per mettere al centro il mondo del lavoro, o meglio, i lavoratori con i loro diritti, garantendo loro condizioni rispettose e dignitose. Anche nel nostro contesto sociale il bisogno di una attenzione particolare è doveroso. Proprio in questo senso quest’anno il Vescovo sarà a Caravaggio per valorizzare questo momento celebrando l’eucarestia”.

In città e provincia da mercoledì 1 a domenica 14 maggio si terrà la quinta edizione de “I 15 giorni del lavoro”, rassegna promossa dalle Acli di Bergamo in collaborazione con diverse realtà del territorio provinciale.

L’obiettivo è riportare al centro del dibattito pubblico il tema cruciale del lavoro in relazione all’economia, alla formazione, alle riforme, alla scuola, ai giovani, ma soprattutto, e prima di tutto, alla persona e alla sua dignità nella dimensione lavorativa. Gli organizzatori intendono proporre momenti di confronto, di informazione e di preghiera per sollecitare la riflessione su un tema importante e sentito, oltre che fortemente attuale. Ma anche per riconsegnare speranza e fiducia ad un territorio che, seppur attraversato da una profonda crisi, conserva ancora risorse e opportunità per il futuro. Il tema di quest’anno sarà “Verso un nuovo modello economico”, in continuità con la riflessione relativa al modello di sviluppo che abbiamo avviato negli ultimi due anni.

Nella sezione dedicata sul nostro sito il programma aggiornato: www.aclibergamo.it/15-giorni-del-lavoro/

Ecco di seguito alcuni degli appuntamenti più significativi:

1 maggio alle 10
Manifestazione sindacale a Bergamo
promossa da Cgil, Cisl e Uil

1 maggio alle 16
Messa del lavoro con monsignor Francesco Beschi
Centrale idroelettrica San Pellegrino Terme (BG)

2 maggio alle 21**
Proiezione del film “In guerra” di Stéphane Brizé
Cinema Conca Verde Bergamo – ingresso libero

3 maggio alle 18
Presentazione del dossier “Fisco & Debito” con Rocco Artifoni
Acli Bergamo via San Bernardino 59

4 maggio alle 9
Convegno diocesano “Lavoro, ambiente ed energia
Sede Uniacque via delle Canovine 21 Bergamo

8 maggio alle 20.45**
Proiezione del video “La cura del mondo che invecchia”
Il prezioso contributo delle donne immigrate
Patronato San Vincenzo via Gavazzeni 3 Bergamo

14 maggio alle 17.30
Presentazione del libro “La partecipazione dei lavoratori, una democrazia inedita”
Con Sandro Antoniazzi e Marco Carcano
Cisl Bergamo via Carnovali 88/A

**durante questi eventi sarà possibile raccogliere le firme per la legge regionale di iniziativa popolare sull’economia sociale e solidale

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Primo maggio 2019
Bergamo
Primo Maggio, Rota (Fai Cisl): “Vogliamo un’Italia con l’Europa e al traino dell’Europa”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI