BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al via il concorso per giovani registi dedicato alle diversità

L’iniziativa si rivolge agli studenti delle classi seconde e terze delle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia

Più informazioni su

C’è tempo fino al 30 giugno 2019 per candidarsi a Nati nel Tertio Millennio, il contest promosso da Fondazione Ente dello Spettacolo per la realizzazione di 3 cortometraggi dedicati al tema dell’accettazione della diversità.

L’iniziativa, realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBAC, si rivolge agli studenti delle classi seconde e terze delle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia, vuole avvicinare i giovani al mondo del cinema coinvolgendoli in attività completamente gratuite di divulgazione, formazione e pratica sul campo.

IL BANDO

Le classi partecipanti al concorso dovranno cimentarsi con la stesura di un soggetto cinematografico di un cortometraggio inerente al tema del Tertio Millennio Film Fest, che per il 2019 sarà l’accettazione della diversità e il riconoscimento dell’unicità di ogni persona. “Io sono tu sei”. Riconoscere l’altro vuole dire in primis lasciare che l’altro possa dirsi, esprimersi, rivelarsi. Possa, cioè, essere riconosciuto per come lui sente e si ascolta in tutte le dimensioni che danno dignità e senso all’essere vivente: quelle spirituali, sociali, culturali, economiche amministrative, politiche. Il testo completo del bando è consultabile e scaricabile sul sito entespettacolo.org

Come partecipare:

Per partecipare al concorso è necessario caricare il proprio elaborato sul sito https://www.entespettacolo.org/nati-nel-tertio-millennio/ entro e non oltre il 30 giugno 2019. Un’apposita giuria selezionerà entro il 5 settembre 2019 i 3 soggetti vincitori ai quali è dedicata una serie di iniziative per avvicinare i giovani al mondo del cinema.

I Premi:

I ragazzi delle classi vincitrici avranno la possibilità di partecipare a un laboratorio pratico sulla realizzazione di un’opera audiovisiva (cortometraggio, docufilm), con incontri in aula e uscite sul territorio per le riprese. Il laboratorio avrà una durata di 3 giornate e gli studenti saranno protagonisti attivi nella realizzazione del video, e seguiti in ogni fase delle riprese da un film maker. I 3 video realizzati dagli studenti verranno montati in un video unico curato da un regista. Il video collettivo sarà presentato a Roma durante il Tertio Millennio Film Fest (10 – 14 dicembre).

Ai ragazzi sarà data la possibilità di partecipare gratuitamente a due giornate del Tertio Millennio Film Fest con accesso prioritario alle proiezioni dei film in programma che saranno in lingua originale e con sottotitoli.

Durante il Tertio Millennio Film Fest per ciascuna classe vincitrice sarà organizzato un seminario di critica cinematografica e comprensione del film. La parte di formazione sulla lettura critica aiuterà gli studenti a sviluppare competenze tecniche e capacità analitiche specifiche per guardare in maniera critica e attenta la vita, trasportando le dinamiche relazionali e storiche che vedono nei film al contesto nel quale vivono. I docenti saranno scelti tra i critici cinematografici della Rivista del cinematografo e tra i professionisti del mondo del cinema – autore, direttore della fotografia, regista.

Le classi vincitrici diventeranno parte della giuria di valutazione dei corti in concorso al festival; i ragazzi potranno così mettere in pratica le nozioni apprese durante il periodo formativo.

“Prosegue l’impegno di Fondazione Ente dello Spettacolo nell’offrire ai giovani una formazione gratuita di qualità in ambito cinematografico. Avere la possibilità di comprendere un film studiandone la critica assieme a grandi professionisti, e in seguito cimentarsi sul campo con quello che si è appreso costituisce una grande possibilità. Crediamo i giovani possono trarre dal mondo del cinema spunti preziosi e farne tesoro per la vita” – sottolinea Mons. Davide Milani Presidente di Fondazione Ente dello Spettacolo.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.