BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il futuro dell’alta valle: a Foppolo sfida tra under 30, a Valleve il commissario

I candidati sindaco Gloria Carletti e Davide Oberti: "Chiarezza e trasparenza, così ridaremo credibilità al paese"

Su un concetto sono entrambi d’accordo. E per esprimerlo non usano mezzi termini: “c’è da ricostruire la credibilità di un paese” alle prese con una situazione nemmeno lontanamente immaginabile fino a pochi anni fa. “Credibilità nei confronti delle istituzioni, degli enti pubblici e privati” mettono nero su bianco nei loro programmi elettorali. E collaborazione con i paesi limitrofi, perché da soli si rischia di non andare da nessuna parte.

Ad accomunare Gloria Carletti (28 anni) e Davide Oberti (26) non c’è solo la giovane età, quanto il legame a un territorio ricco di potenzialità ma fiaccato da anni di malagestione. Quella che ha portato il Comune di Foppolo sull’orlo del dissesto finanziario. Anche per questo, come anticipato da Bergamonews (leggi qui) hanno deciso di candidarsi sindaco alle elezioni del 26 maggio.

“Per noi è l’anno zero” ripete Gloria Carletti, a capo della lista civica ‘Giovani per Foppolo’. Laureata all’Università della Montagna di Edolo con una tesi sull’impatto ambientale delle piste di sci, si è specializzata in valorizzazione e tutela dell’ambiente e del territorio montano. Tutte nozioni che le torneranno utili qualora Foppolo decidesse di affidarsi a lei, dopo la ventata di normalità portata dal commissario Letterio Porto. Insegnante alla scuola Sci90 ai piedi del Montebello, da circa un anno è anche vicepresidente del collegio regionale maestri di sci.

Tra gli obiettivi del suo programma una “maggiore trasparenza e chiarezza” nelle decisioni degli amministratori e l’impegno nel garantire l’apertura degli impianti. Le basi per ripartire. E una spending review basata sul reperimento delle risorse finanziarie “con criteri di oggettività e risparmio”. Un imperativo, vista la montagna di debiti che pesano sulle casse comunali. Sul piatto, ora, ci sono i 3,2 milioni di fondi statali recentemente stanziati per la tutela del territorio, “da destinare alla sistemazione, al riammodernamento e alla realizzazione di strade, paravalanghe, parcheggi”.

LEGGI QUI – PROGRAMMA E CANDIDATI DELLA LISTA ‘GIOVANI PER FOPPOLO’

Davide Oberti, una manciata di anni più giovane, è invece a capo della lista civica ‘ValorizziAMO Foppolo’. Ingegnere meccanico per la Brembo, all’alba dell’inchiesta sull’alta Valle scrisse una lettera alle istituzioni e ai politici del territorio, palesando tutte le sue perplessità sulla gestione Berera. Le stesse istituzioni e gli stessi politici che – sempre pronti a dirsi attenti alle esigenze dei più giovani – nemmeno lo degnarono di una risposta. “Trasparenza, sostenibilità e competenza sono le condizioni necessarie per lo sviluppo futuro, non un intralcio”, scrisse in quella lettera. Come dargli torto?.

La lista vuole “tracciare un segno netto di reale discontinuità con un passato che non ci appartiene”, ribadisce. Gioco forza, il tema ricorrente è quello degli impianti, che la curatela sta cercando in tutti i modi di vendere dopo il fallimento della Brembo Ski. “Proveremo a trovare una soluzione giocando di sponda con tutti i soggetti pubblici interessati, a partire dall’amministrazione di Carona, poi con la Comunità Montana e Regione Lombardia”. Una volta superato il nodo proprietà “auspichiamo una gestione dell’intero comprensorio affidata ad un’unica società privata competente”. Il tutto con la speranza di mantenere tra le proprietà comunali la Quarta Baita e il Montebello, considerate un “bene strategico da tutelare”.

LEGGI QUI – PROGRAMMA E CANDIDATI DELLA LISTA ‘VALORIZZIAMO FOPPOLO’

Tutti buoni propositi, in attesa che la Corte dei Conti si esprima sul piano di rientro finanziario varato dalla vecchia Giunta. Uno stallo che dura da mesi, e che rischia di paralizzare anche l’attività della futura amministrazione. Tradotto: ogni spesa bloccata, ad eccezione di quelle strettamente necessarie al mantenimento dell’ente e dei servizi di base.

E nella vicina Valleve, che succede? Il paese, alle prese con una situazione altrettanto delicata, non ha trovato nessun candidato sindaco. Significa che fino al 26 maggio resterà l’attuale commissario Andrea Iannotta. Dopodiché toccherà al Prefetto decidere se rinnovagli il mandato oppure nominare un successore.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.