• Abbonati
Ambiente

Macchie oleose nel lago dopo il rogo alla Valcart, ecco il responso dell’Arpa

Confermato il nesso con l'incendio in ditta a Rogno. Panne assorbenti per contenere la chiazza inquinante, progressivamente diluita dalla pioggia

Dopo l’esposto presentato da Legambiente (e anticipato da Bergamonews, leggi qui) sono arrivati i risultati dei rilievi effettuati dall’Arpa sulle vistose macchie multicolore comparse il giorno di pasquetta all’altezza della foce del fiume Oglio, tra Costa Volpino e Pisogne. Il segno inequivocabile dell’inquinamento da idrocarburi, aveva denunciato l’associazione ambientalista, ipotizzando un nesso con quanto successo alla Valcart di Rogno, la ditta specializzata nel trattamento e smaltimento di rifiuti dove nei giorni scorsi è divampato un grosso incendio.

“I tecnici del dipartimento di Bergamo sono stati attivati per la presenza di iridescenza, la cui origine è stato accertato provenire dalla Valcart – spiega l’Arpa -. Probabilmente a causa delle abbondanti piogge in corso, una parte eccedente delle acque di spegnimento dell’incendio contaminate è fuoriuscita dalle vasche di contenimento di prima e seconda pioggia presenti all’interno dell’impianto – dove le stesse erano state correttamente convogliate durante l’evento – ed è stata scaricata direttamente nell’impianto fognario comunale”.

Insomma, almeno sull’origine della sostanza inquinante – come richiesto da Legambiente – è stata fatta chiarezza.

Nei giorni scorsi, inoltre, la provincia di Bergamo e i sindaci di Rogno e Costa Volpino, con l’ausilio dei vigili del fuoco, hanno fatto posizionare delle panne assorbenti per contenere la macchia oleosa, estesa fino al lago d’Iseo e progressivamente diluita dalla pioggia caduta in questi giorni sul Sebino.

“I tecnici – assicura Arpa – continueranno il monitoraggio della situazione affinché non si verifichino ulteriori criticità”, mentre nei laboratori dell’agenzia “proseguono le analisi dei campioni delle acque prelevate e dei filtri del campionatore ad alto volume posizionato nei giorni dell’emergenza”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
chiazza Oglio
Sebino
“Rogo a Rogno, iridescenze sospette nelle acque dell’Oglio”: scatta l’esposto
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI