BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Trotta lancia la sfida a Vezzoli: “A Seriate serve una svolta di qualità”

Classe 1983, marito di Marta e papà di Ginevra Maria, è laureato in Economia e responsabile commerciale in un'azienda nel campo della ristorazione

A sfidare l’attuale sindaco Cristian Vezzoli, appoggiato da Lega e Forza Italia, ci sarà anche Alessandro Trotta con la lista civica 24068. “Un nuovo contenitore politico nato per aggregare, unire, coinvolgere i cittadini nel governo della propria città”.

Trotta, classe 1983, marito di Marta e papà di Ginevra Maria, è laureato in economia e ha un lavoro da responsabile commerciale in un’azienda nel campo della ristorazione. “Frequento le associazioni e la parrocchia di Seriate dal 2012, dove vivo con mia moglie dal 2015 – racconta -. Arrivo dal vicino quartiere della Celadina dove, a seguito del mio impegno nel mondo del volontariato, ho maturato un’esperienza amministrativa di dieci anni dentro la Circoscrizione. Mi metto a disposizione della mia comunità con una buona dose di umiltà, ma con altrettanta determinazione a far bene”.

Il candidato è sostenuto da una lista civica che definisce trasversale ed aperta: “Destra e sinistra sono concetti superati, che a livello locale non hanno mai avuto profondo senso – il parere di Trotta -. I cittadini vivono di speranze e necessità, di bisogni e anche di sogni per star meglio. Gli amministratori devono avere un disegno strategico chiaro e lungimirante, avanzare proposte concrete ed elaborare risposte di qualità. Credo che a Seriate serva una svolta di qualità, dove competenza e passione siano al servizio di un’idea di città nuova, organica e coraggiosa. Non tutto è da buttare, ma si può e si deve fare meglio”.

Un progetto partito dal basso che ha trovato il sostegno delle due principali forze politiche alternative all’amministrazione Vezzoli. Paolo Finazzi, consigliere comunale del Pd, sarà capolista della lista. C’è poi Valentina Capelli, vicepresidente del Consiglio Comunale e consigliera della Lista Civica Albatro, insieme al collega Damiano Amaglio.

“Ormai è chiaro a tutti che il concetto di crescita (quantità) deve essere sostituito da quello di sviluppo sostenibile (qualità) – si legge nella presentazione del programma -. Tre sono i pilastri che sostengono una una città e le sue persone: l’ambiente (il territorio che abitiamo), la cultura (l’immaginario, il senso) e la socialità (le relazioni). La nostra azione, quindi, si muoverà all’interno di queste aree di intervento: la qualità del territorio e delle relazioni”.

Leggi qui il programma completo

24068

Finazzi Paolo Michele
Amaglio Damiano
Capelli Valentina
Aragno Tiziano
Basciano Massimo
Casali Manlio
Ceresoli Serena
Gotti Andrea
Grazioli Giulia
Grazioli Umberto
Gritti Anna
Luzzana Sara
Parisi Nunzio
Pasquinelli Giuseppe
Pedrini Angiolino
Resta Laura

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.