BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Poste Italiane in aiuto ai piccoli comuni: installati due Postamat a Cassiglio e Piazzolo fotogallery

Presentati ufficialmente mercoledì 24 aprile, i due sportelli automatici sono “un servizio per i piccoli comuni, per evitare il loro spopolamento”

In controtendenza rispetto ad un accentramento dei servizi nelle grandi città, Poste Italiane sta sviluppando un progetto che la impegna nella salvaguardia dei servizi essenziali anche nei piccoli comuni.

Un primo passo in questa direzione è stato mosso nella mattinata di mercoledì 24 aprile quando, a Cassiglio e Piazzolo (comuni della Val Brembana con rispettivamente 100 e 90 abitanti), sono stati installati i primi due sportelli automatici ATM Postamat, strumenti importanti in comuni dove non erano più presenti altri sportelli per operazioni di prelievo e pagamento.

I dispositivi, disponibili sette giorni su sette ed in funzione 24 ore su 24, consentono di effettuare operazioni di prelievo di denaro contante, interrogazioni su saldo e lista dei movimenti, ricariche telefoniche e di carte Postepay, accanto al pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale. Postamat di ultima generazione, che possono essere utilizzati dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro e dai titolari di carte di credito dei maggiori circuiti internazionali, oltre che dai possessori di carte Postepay. Gli sportelli sono dotati anche di monitor digitale ad elevata luminosità e di dispositivi di sicurezza innovativi, tra i quali una soluzione anti-skimming capace di prevenire la clonazione di carte di credito e un sistema di macchiatura delle banconote.

Presenti alla presentazione Giovanni Accusani, direttore di Poste Nord Ovest, Laura Arizzi, sindaco di Piazzolo, Fabio Bordogna, primo cittadino di Cassiglio e Valeriano Bianchi, sindaco di Piazzatorre, soddisfatti per lo sviluppo di un progetto importante che ha visto coinvolti i propri comuni, in un periodo dove la mancanza di servizi sta mettendo in difficoltà soprattutto le piccole realtà delle valli.

“I Postamat sono un’ulteriore opportunità per i piccoli comuni, per evitare lo spopolamento dei nostri territori” – ha commentato positivamente Laura Arizzi, sindaco di Piazzolo. “Considerando che lo sportello automatico più vicino al nostro paese era a Piazza Brembana, questo nuovo servizio sarà un grosso aiuto sia per gli abitanti sia per i villeggianti”.

Queste installazioni simboleggiano il primo passo di un progetto più ampio con il quale Poste Italiane vuole estendere capillarmente la propria presenza nei territori non direttamente serviti da un Ufficio Postale, per meglio soddisfare le esigenze delle comunità locali. Impegno preso a partire dallo scorso 26 novembre a Roma dove Matteo del Fante, amministratore delegato di Poste Italiane, ha presentato i “dieci impegni” per i piccoli Comuni, in occasione dell’incontro con i “Sindaci d’Italia”. Un’iniziativa coerente anche con i principi ESG sull’ambiente, il sociale e il governo di impresa, rispettati dalle aziende socialmente responsabili, che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese. L’iniziativa di Poste Italiane non termina qui: in programma è anche l’installazione di un servizio simile a Cusio, sempre in Alta Val Brembana.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.