BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alla Carrara, la sala interattiva per il Mantegna Ritrovato fotogallery

Un’esperienza multimediale e un percorso espositivo nelle sale che, grazie a un allestimento ad hoc, offre al pubblico una passeggiata storica e artistica che culmina con l’opera di Andrea Mantegna creduta per secoli una copia

Un museo, una mostra. Accademia Carrara conferma la natura di museo vivo, capace di rileggere e valorizzare l’unicità della propria collezione, coinvolgendo il pubblico. Nel nome di Andrea Mantegna, viene riaccolta ed esposta per la prima volta in modo permanente la Resurrezione di Cristo, dopo la straordinaria riattribuzione di maggio 2018 e il tour internazionale. Il tutto all’interno della Barchessa, l’ala destra della pinacoteca recuperata e offerta alla città dall’impresa Vitali Spa di Cisano.

Alla Carrara, la sala interattiva per il Mantegna ritrovato

Re – M Mantegna è un viaggio lungo più di 500 anni, dal 1492 a oggi, dalla meraviglia della pittura antica all’innovazione della multimedialità.

Significa Resurrezione Mantegna, ma, anche, Rem, sogno, portando alla luce del sole il mondo onirico: quello evocato dalla straordinaria sala emersiva che mette in relazione arte e tecnologia e che permette di vivere a 360° il dipinto ritrovato da Giovanni Valagussa.

“Il Mantegna torna a casa e Bergamo lo accoglie con una mostra che saprà rendere onore alla bellezza di tutti i suoi dettagli, raccontandone la storia e le intricate vicende critiche. L’esposizione si allarga anche al contesto in cui Mantegna si formò e diventa occasione per riscoprire e ammirare ancora una volta le collezioni della Carrara. Il museo conferma così la volontà di partire sempre dal patrimonio, il nostro tesoro più grande, che deve sempre essere oggetto di studio, ricerca e valorizzazione, metodo che ha portato, proprio in Carrara, a un risultato davvero straordinario”, ha dichiarato Nadia Ghisalberti, assessore alla cultura Comune di Bergamo

Un viaggio tra passato, presente e futuro. Dal 25 aprile (con l’inaugurazione il 24 alle 18.30) al 21 luglio 2019 all’Accademia Carrara: un’esperienza multimediale e, insieme, un percorso espositivo nelle sale che, grazie a un allestimento ad hoc, offre al pubblico una passeggiata storica e artistica che culmina con l’opera di Andrea Mantegna creduta per secoli una copia.

Un avvio sorprendente con un allestimento multimediale, Mantegna Experience, all’interno dei nuovi spazi della Barchessa, aperti in occasione di questo appuntamento, grazie alla tecnologia Epson e alla ricerca multimediale di Museyoum.

Un’esperienza affascinante, la tecnologia a servizio dell’arte e dell’emozione. La Resurrezione di Mantegna, la sua storia, la scoperta, l’eco internazionale, il tour all’estero, in una narrazione evoluta e tecnologicamente avanzata.

La mostra prosegue poi all’interno delle sale del museo con un nuovo disegno espositivo che evidenzia alcuni capolavori, conducendo il visitatore attraverso un itinerario nei secoli della pittura, tra i segreti dei grandi maestri, come Jacopo e Giovanni Bellini, approfondendo aspetti di storia e di arte intorno a Mantegna.

“Un’esperienza innovativa attende il pubblico che verrà ammaliato da un progetto ad alta tecnologia che traccerà il percorso dell’attribuzione, del collezionismo, della diagnostica, del restauro, oltre all’ipotesi della collocazione originaria del dipinto – ha dichiarato Maria Cristina Rodeschini, direttore Fondazione Accademia Carrara – Un ritorno che mette in piena luce il mondo in cui si iscrive l’opera di questo grande artista del Rinascimento. Un’esperienza che, esaltando la ricchezza dei contenuti, sarà capace di coinvolgere i visitatori di ogni età.”

La storia di un dipinto, l’attenzione ai dettagli, l’alterna vicenda critica, dalla sfortuna alla “riscoperta” grazie agli studi di Giovanni Valagussa, conservatore di Accademia Carrara. La piccola croce che unisce due tavole: Resurrezione di Cristo con Discesa al Limbo. E poi l’eco mondiale, i commenti, le prime pagine dei giornali, il restauro, il tour internazionale tra Londra e Berlino e il ritorno a casa. Tutto vivo e da vivere in un’esperienza di straordinaria tecnologia.

Orari:
tutti i giorni 9.30 – 18.30
chiuso il martedì

Aperture serali straordinarie:
giovedì 9 maggio, 23 maggio, 13 giugno e 18 luglio: 18.30 – 22.30
ingresso unico a 5 €

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.