BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stucchi, la proposta per i negozi chiusi: “Esponiamo l’arte bergamasca”

Giacomo Stucchi ritorna a parlare dei negozi chiusi in centro con una proposta sotto il segno dell'arte

“Illuminiamo le vetrine dei negozi chiusi con la luce dell’arte e della sua bellezza, rialziamo le saracinesche abbassate con dipinti o sculture dei nostri artisti, per restituire vita ai nostri quartieri e alle nostre strade trasformandole in mostre permanenti, gratuite e a cielo aperto.”

È questa la nuova proposta del candidato sindaco del centro destra Giacomo Stucchi che ritorna a parlare dei negozi chiusi in centro dopo che il 2 aprile sulla propria pagina Facebook aveva lanciato un’invettiva contro l’amministrazione uscente, invitando Giorgio Gori a “farsi una passeggiata da piazzetta Santo Spirito a piazza Pontida per rendersi conto di quanti negozi ormai sono chiusi o espongono il cartello Affittasi o Vendesi”.

Ora ritorna alla carica, con una proposta per arginare la “situazione difficile” in cui vertono le principali strade del centro sotto il segno dell’arte e seguendo l’esempio della sperimentazione degli ultimi mesi fatta dal comune di Lodi in collaborazione con l’artista/giornalista Alan Zani che, con la sua ‘#okkupart’, ha ‘rivitalizzato’ una serie di esercizi commerciali chiusi esponendo le sue opere d’arte.

“È quello che intendiamo fare anche noi qui a Bergamo, replicare questa iniziativa ‘#Okkupart’ per restituire luce ai negozi chiusi esponendo opere di nostri artisti locali, di pittori, scultori, incisori del legno, del vetro ecc, per dare ulteriori spazi liberi ai nostri artisti e regalare qualcosa di bello da vedere ai nostri cittadini ogni giorno, durante le loro passeggiate, soprattutto in quei quartieri periferici dove il numero di saracinesche abbassate in questi ultimi cinque anni si è impennato in maniera preoccupante. In questo modo, garantendo un’adeguata illuminazione, si trasforma una malinconica saracinesca sempre abbassata, e spesso arrugginita, in una luminosa finestra sul bello, restituendo a strade buie e poco frequentate una capacità attrattiva”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.