BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sesso, shopping, smartphone… a Bergamo un centro cura le nuove dipendenze

“Dipendiamo”, attivo a Bergamo da poche settimane, è nato da un’idea della psicologa e psicoterapeuta Maria Chiara Gritti

Le chiamano “new addiction”. Tradotto in italiano “nuove dipendenze. E, negli ultimi anni, sono sempre più diffuse. Non dipendono da una sostanza – come droghe, alcol o cibo – ma da oggetti della vita quotidiana, con cui si arriva ad avere un rapporto compulsivo: vedi il pc o lo smartphone.

Come racconta Maria Carla Rota su AffariItaliani.it (leggi qui), queste “nuove dipendenze” sono al centro del progetto “Dipendiamo”, attivo a Bergamo da poche settimane, nato da un’idea di Maria Chiara Gritti, psicologa e psicoterapeuta, autrice del libro “La principessa che aveva fame d’amore”.

Una struttura quasi unica in Italia. “L’approccio è di tipo sistemico – spiega la dottoressa Gritti ad AffariItaliani -. Non riguarda solo il singolo, ma anche i suoi rapporti di coppia e familiari”. Questo perché le nuove dipendenze spesso rubano tempo alla vita personale e compromettono le relazioni con gli altri. Ad accorgersi che c’è un problema, infatti, sono spesso il partner o i familiari: “Le donne hanno una maggiore consapevolezza – prosegue l’esperta – mentre gli uomini sono spinti a cercare un aiuto da chi sta loro intorno”.

Le nuove dipendenze colpiscono entrambi i sessi, con una prevalenza a seconda della tipologia: “La dipendenza affettiva è tipicamente femminile e riguarda donne tra i 30 e i 45 anni che non sono soddisfatte delle relazioni di coppia costruite fino a quel momento – aggiunge Gritti -. Tipicamente femminile è anche lo shopping compulsivo, mentre la dipendenza sessuale, come quella da Internet e quella da lavoro, hanno riguardano prevalentemente gli uomini, in genere tra i 40 e i 50 anni d’età”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.