BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

NoParking, questionario ai candidati: “Basta strumentalizzare il cantiere”

Il comitato ha pronto un "documento informativo" da inviare alle componenti politiche in corsa a Palazzo Frizzoni

In tempi di campagna elettorale tanti ne parlano. Ma, secondo i ‘NoParkingFara’, “spesso senza cognizione di causa”. Per questo il comitato che si batte contro la costruzione del parcheggio multipiano in Città Alta ha pronto un “documento informativo” che nei prossimi giorni verrà inviato ai candidati sindaco e alle diverse liste che li sostengono, invitandoli a rispondere pubblicamente su alcuni punti.

“In questi giorni alcuni esponenti delle liste si sono detti vicini’ ai NoParking’, ma sanno realmente quali sono le nostre istanze? – si chiede Emanuele Valsecchi, membro del comitato -. Non vogliamo che la questione del parcheggio venga strumentalizzata a fini elettorali, per questo è meglio mettere alcune cose in chiaro”.

Quello che il comitato chiede non è certo una novità. Dallo stop immediato al cantiere – ormai cominciato – all’apertura di un percorso partecipato pubblico di discussione sull’opera. E ancora “l’ottemperanza alla normativa che prevede la necessità della Valutazione di Impatto Ambientale”, la “piena trasparenza con Unesco” e sui costi sostenuti fino a questo momento. Praticamente, “un resoconto pubblico degli extra-costi” “dovuti ai problemi sorti in cantiere nell’ultimo anno”.

“Quali di queste istanze del Comitato ritengono di sostenere le diverse liste che partecipano alla campagna elettorale?” si domandano i NoParking. “Si impegnano ad introdurle subito nel programma di coalizione di cui fanno parte?”. “Sono disposte a subordinare il loro appoggio ai propri candidati sindaco all’accoglimento delle istanze”, che i NoParkingFara specificano di ritenere “non trattabili?”.

Interrogativi estesi a tutte le liste. Ma un sollecito particolare (non lo nascondono) viene rivolto agli esponenti di ‘Ambiente Partecipazione Futuro’, la sinistra “critica” che appoggia le rielezione del sindaco Gori e che nei giorni scorsi ha affrontato anche il tema del parcheggio. “Sentiamo dire che bisogna lavorare affinché il parcheggio diventi per residenti, ma significa non conoscere i contenuti della convenzione attuale, che nemmeno lo consente – aggiunge Giovanni Ginoulhiac -. Talvolta i candidati parlano senza avere approfondito sufficientemente la questione, lanciandosi in proposte che non possono essere attuate”.

Insomma, vietato nominare il parcheggio invano, suggerisce il Comitato: “Inoltreremo questo documento a tutte la parti politiche – concludono – dopodiché lasceremo una quindicina di giorni per rispondere. Siamo disponibili ad incontrare chiunque volesse confrontarsi sull’argomento”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.